'Nessuno giocherà mai come lui': Mouratoglou rende omaggio a Roger Federer

Negli ultimi giorni, tiene banco la notizia del ritiro di Roger Federer

by Simone Brugnoli
SHARE
'Nessuno giocherà mai come lui': Mouratoglou rende omaggio a Roger Federer

Negli ultimi giorni, tiene banco la notizia del ritiro di Roger Federer. Il suo annuncio ha scatenato una miriade di reazioni in tutto il mondo, benché non si sia trattato di un fulmine a ciel sereno. Il fuoriclasse svizzero non disputa un match ufficiale da Wimbledon 2021 e gli ultimi due anni e mezzo sono stati un autentico calvario per lui.

Un grave infortunio al ginocchio destro gli ha impedito di chiudere in bellezza la sua carriera e lo spettro del ritiro si è fatto sempre più ingombrante. Sottoponendosi alla terza operazione l’anno scorso, il Re si era voluto dare un’ultima chance di tornare ad alti livelli, ma il fisico gli ha inviato segnali chiarissimi.

Il 41enne di Basilea saluterà il tennis professionistico al termine della Laver Cup, che si svolgerà alla O2 Arena di Londra dal 23 al 25 settembre. Il 20 volte campione Slam sarà uno dei protagonisti del Team Europe insieme a Rafael Nadal, Novak Djokovic e Andy Murray.

Tramite un video pubblicato su Instagram, Patrick Mouratoglou ha voluto rendere omaggio a Federer.

Mouratoglou esalta Federer

“Penso che Roger Federer sia stato il miglior ambasciatore che il tennis abbia mai avuto” – ha esordito Mouratoglou.

“Ha espresso un tennis che tutti quanti vorrebbero giocare, ma è probabile che nessuno giocherà mai come ha fatto lui. Quando guardi Roger giocare, ti colpisce subito la sua incredibile fluidità. Ha una classe e un’eleganza fuori dal comune, ma nel corso della storia ci sono stati tanti giocatori talentuosi.

Il problema è che molti di quei ragazzi non hanno mai vinto nemmeno uno Slam. Lui ne ha conquistati 20. Si parla sempre dello stile di Federer, ma non bisogna dimenticare che è stato un combattente pazzesco. Perché la gente lo ha amato così tanto? I tifosi hanno apprezzato il fatto che – da supereroe – sia diventato umano.

Mi viene in mente il suo pianto agli Australian Open 2006 e 2009, così come le epiche finali contro Rafael Nadal e Novak Djokovic a Wimbledon (rispettivamente nel 2008 e nel 2019).

Roger Federer
SHARE