'Fa sembrare tutto facile': Roddick esalta Roger Federer



by   |  LETTURE 4487

'Fa sembrare tutto facile': Roddick esalta Roger Federer

Roger Federer e Rafael Nadal sono stati i due volti principali del circuito maschile negli ultimi 15 anni. La loro straordinaria rivalità ha infiammato i tifosi e ha trasceso il tennis, entrando anche nelle case di coloro che non erano soliti guardare il nostro sport.

Trionfando agli Australian Open e al Roland Garros quest’anno, lo spagnolo è diventato il primo uomo nella storia a vincere 22 Slam. Il 36enne di Manacor ha tentato il colpo grosso anche a Wimbledon, ma uno strappo agli addominali gli ha impedito di giocare la semifinale contro Nick Kyrgios.

Quell’infortunio ha inciso anche sulla sua preparazione per gli US Open, dove non è riuscito ad andare oltre il quarto turno (sconfitto in quattro set da Frances Tiafoe). Per quanto riguarda Federer, la situazione non è delle migliori.

Lo svizzero dovrebbe rientrare alla Laver Cup fra un paio di settimane, ma continuano ad alleggiare dubbi sulle condizioni del suo ginocchio. Il 41enne di Basilea ha giocato appena 13 match ufficiali l’anno scorso e non mette piede in campo da Wimbledon 2021.

Federer e Nadal hanno trasceso il tennis

In una lunga intervista rilasciata a ‘Boardroom’, Andy Roddick ha evidenziato le qualità che hanno permesso a Federer e Nadal di attirare così tanti fan e sponsor.

“Io avevo un ottimo servizio, ma per il resto ero un giocatore abbastanza nella media. Roger Federer ha la capacità di far sembrare il tennis incredibilmente facile. Rafael Nadal si sforza tantissimo per vincere ogni punto, il che spinge la gente ad immedesimarsi in lui” – ha spiegato l’americano.

‘A-Rod’ ha parlato anche dell’imminente rientro del Re: “Ci aveva già provato l’anno scorso, ma si era subito reso conto che non poteva continuare in quel modo. È perfettamente consapevole che sarà difficilissimo tornare ad alti livelli, quindi bisognerà essere pazienti.

La mia speranza è che Roger possa tornare e ritirarsi alle sue condizioni. Non mi interessa se vincerà o meno altri titoli, l’importante è che chiuda degnamente la sua leggendaria carriera”. Oltre alla Laver Cup, Federer dovrebbe giocare anche l’ATP di Basilea.