Sam Querrey ricorda il suo primo incontro con Roger Federer



by   |  LETTURE 2941

Sam Querrey ricorda il suo primo incontro con Roger Federer

I fan sono sempre più impazienti di rivedere in campo Roger Federer. L’ex numero 1 del mondo sarà uno dei protagonisti della Laver Cup, che si svolgerà alla O2 Arena di Londra dal 23 al 25 settembre.

Il fuoriclasse svizzero non mette piede in campo da Wimbledon 2021, essendosi sottoposto alla terza operazione al ginocchio destro. Nonostante la lunga riabilitazione, il 41enne di Basilea non ha mai preso in considerazione l’idea del ritiro.

Il 20 volte campione Slam ha vissuto un autentico calvario nelle ultime due stagioni. Basti pensare che il Re ha disputato appena 13 match ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Gli ottavi al Roland Garros e i quarti a Wimbledon sono stati i suoi migliori risultati stagionali l’anno scorso, un bottino decisamente troppo magro per una leggenda del suo calibro.

Il Maestro chiuderà la sua brevissima stagione all’ATP di Basilea, tornato in calendario dopo che le ultime due edizioni erano state annullate a causa della pandemia. Oltre ad aver ottenuto qualsiasi riconoscimento possibile, Federer è sempre stato molto apprezzato dagli altri tennisti per la sua gentilezza.

In una lunga intervista per il sito dell’ATP, Sam Querrey – appena ritiratosi dal tennis – ha raccontato il suo primo incontro con Roger durante gli Australian Open 2007.

L'aneddoto di Sam Querrey

“Me lo ricordo come se fosse ieri.

Io e Roger Federer ci siamo incontrati nell’ascensore dell’hotel e lui mi ha dato il benvenuto nel tour” – ha ricordato Sam. “Mi ha fatto i complimenti e mi ha detto che era un piacere vedermi lì.

È stato un gesto molto carino da parte sua” – ha aggiunto. Federer e Querrey si sono affrontati quattro volte nel circuito maggiore, con un bilancio di 4-0 in favore dello svizzero. Ai microfoni di ESPN, John McEnroe ha espresso la sua opinione sul rientro di Roger: “Anche se ha 41 anni e non gioca da molto tempo, la pressione sulle sue spalle sarà comunque enorme.

Da quello che ho sentito, ha intenzione di giocare anche nel 2023. Si è guadagnato il diritto di fare tutto ciò che vuole”.