Roddick: "Ecco perché ho sempre faticato contro Roger Federer"

Le ultime due stagioni sono state particolarmente difficili per il Re

by Simone Brugnoli
SHARE
Roddick: "Ecco perché ho sempre faticato contro Roger Federer"

Nonostante abbia appena compiuto 41 anni, Roger Federer non ha alcuna intenzione di smettere. Le ultime due stagioni sono state particolarmente difficili per il Re, obbligato a fare i conti con un grave problema al ginocchio destro.

L’ex numero 1 del mondo ha disputato appena 13 match ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Dopo essere stato eliminato da Hubert Hurkacz ai Championships 2021, il Maestro ha deciso di operarsi al ginocchio per la terza volta in 18 mesi.

A meno di ulteriori battute d’arresto, il fuoriclasse svizzero tornerà in campo alla Laver Cup il mese prossimo. Roger chiuderà la sua brevissima stagione all’ATP di Basilea, tornato in calendario dopo che le ultime due edizioni erano state annullate a causa della pandemia.

In una recente intervista al ‘New York Post’, Andy Roddick ha rivelato il motivo per cui ha sempre faticato contro Federer. Basti pensare che l’elvetico si è imposto in 21 dei 24 scontri diretti, a cui si aggiunge un bilancio di 8-0 negli Slam (4-0 nelle finali).

Roddick parla della sua bestia nera

“Giocare contro Roger Federer era il peggior matchup possibile per me” – ha ammesso Roddick. “I miei punti di forza non lo mettevano sufficientemente in difficoltà, anzi finivano per esaltare il suo gioco.

Quando affrontavo Rafael Nadal, sapevo che il mio servizio gli avrebbe dato fastidio e che la mia potenza lo avrebbe costretto ad indietreggiare. Contro Roger era diverso. Lui riusciva a farmi uscire dalla mia zona di comfort.

Rafa faceva la stessa cosa contro Federer grazie al suo dritto mancino. Ci sono degli accoppiamenti che sono particolarmente favorevoli per un giocatore e molto sfavorevoli per l’altro” – ha spiegato A-Rod.

L’americano ha parlato anche degli imminenti US Open: “Tutto dipenderà dallo stato di forma di Nadal. Ha disputato un solo match dopo essersi ritirato da Wimbledon e non ha brillato contro Borna Coric. Vedo bene Daniil Medvedev, che ha dimostrato di trovarsi bene su questi campi. Non bisogna sottovalutare Nick Kyrgios, che sta vivendo la miglior stagione di tutta la sua carriera”.

Roger Federer
SHARE