Andy Roddick si esprime sul rientro di Roger Federer



by   |  LETTURE 8342

Andy Roddick si esprime sul rientro di Roger Federer

I fan sono impazienti di rivedere Roger Federer sul campo da tennis. L’ex numero 1 del mondo ha vissuto un autentico calvario nelle ultime due stagioni, avendo dovuto fare i conti con un grave infortunio al ginocchio destro.

Il veterano di Basilea non è riuscito a giocare come e quanto avrebbe desiderato, ma non ha mai preso in considerazione l’ipotesi del ritiro. Il Re ha disputato appena 13 match ufficiali l’anno scorso, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte.

Dopo aver raggiunto i quarti a Wimbledon 2021, il 40enne svizzero ha rinunciato alle Olimpiadi di Tokyo per sottoporsi ad una nuova operazione al ginocchio. Il 20 volte campione Slam sta ancora recuperando da quell’intervento e dovrebbe rientrare alla Laver Cup il mese prossimo.

Il Maestro chiuderà la sua brevissima stagione all’ATP di Basilea, tornato in calendario dopo che le ultime due edizioni erano state annullate a causa della pandemia. La speranza di tutti è che Federer riesca a ritirarsi alle sue condizioni.

In una recente conversazione su Tennis Channel, Andy Roddick ha analizzato nel dettaglio le prospettive di Roger.

Il Re tornerà alla Laver Cup

“Roger Federer ha provato un timido rientro nel 2021, ma si è reso conto abbastanza presto che non poteva continuare in quel modo” – ha spiegato Roddick.

“Non si muoveva per niente bene, era l’ombra del fuoriclasse che ha dominato il circuito maschile. È perfettamente consapevole che non sarà facile tornare ad alti livelli alla sua età e dopo l’ennesima operazione, ma non aveva altra scelta.

Bisogna essere pazienti. La mia speranza è che Roger possa tornare e ritirarsi alle sue condizioni. Non mi interessa se vincerà o meno altri titoli, l’importante è che chiuda degnamente la sua leggendaria carriera” – ha chiosato l’americano.

Di recente, Federer ha ricevuto un bellissimo tributo dal nuotatore Adam Peaty: “Roger ha dimostrato una longevità fuori dal comune, tutti quanti vorrebbero essere come lui. Ho sempre adorato il modo in cui gioca e il suo atteggiamento in campo. È uno degli atleti più eleganti di sempre”.