Gasquet rivela i migliori 5 rovesci ad una mano di sempre: c'è Roger Federer



by   |  LETTURE 16063

Gasquet rivela i migliori 5 rovesci ad una mano di sempre: c'è Roger Federer

L'esperto tennista francese Richard Gasquet si avvia ormai alla parte finale della sua carriera. Recentemente il talentuoso atleta francese ha pubblicato la classifica dei primi cinque rovesci ad una mano di tutti i tempi, uno dei colpi che ha caratterizzato la sua ottima carriera.

Gasquet non si è però inserito al primo posto nonostante in tanti lo considerano il migliore in questa particolare categoria. Ecco la Top 5 dei rovesci di una mano di Gasquet:

  1. Stan Wawrinka
  2. Richard Gasquet
  3. Roger Federer (soprattutto per lo slice)
  4. Guga Kuerten
  5. Gaston Gaudio ed Albert Costa
Recentemente, nel corso del torneo di Wimbledon, Gasquet ha rivelato un curioso aneddoto relativo ai Big Three, le tre leggende del tennis Roger Federer, Novak Djokovic e Rafa Nadal.

Ecco le sue parole: “Non scorderò mai quel momento in cui – dopo aver fatto il riscaldamento mattutino – sono entrato nello spogliatoio e c’erano Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic vicinissimi tra loro.

Ero io la quarta persona in quella stanza” – ha ricordato Gasquet. “Anche se Djokovic era ancora lontano dagli altri due a livello di titoli Slam, ho capito immediatamente che sarebbe diventato un mostro sacro di questo sport.Il resto è storia”.

Le parole di Mouratoglou sui Big Three

Recentemente anche il noto coach Patrick Mouratoglou ha fatto la classifica dei rovesci migliori di sempre. Il coach ha parlato poi della corsa al titolo di GOAT, corsa che riguarda appunto i Big Three.

Ecco le sue parole: "La corsa al titolo di GOAT è ancora viva ed è più emozionante che mai. Basta vedere gli ultimi tornei del Grande Slam, Djokovic ha vinto Wimbledon mentre Rafa Nadal ha vinto Australian Open e Roland Garros.

Roger Federer è fermo da tempo ma è ancora il tennista che ha vinto più titoli a Wimbledon. Ora chissà cosa ci riserverà il futuro" Mouratoglou esalta Djokovic e Nadal ma non dimentica, nonostante l'assenza, Roger Federer.