Roger Federer svela quali attività gli piace fare con i suoi figli



by   |  LETTURE 4475

Roger Federer svela quali attività gli piace fare con i suoi figli

Roger Federer sta trascorrendo qualche giorno di vacanza in Grecia insieme alla sua famiglia. Il ritorno in campo dello svizzero dista ancora un paio di mesi e il Re non ha alcuna intenzione di forzare i tempi. A meno di ulteriori imprevisti, lo rivedremo alla Laver Cup, che si svolgerà alla O2 Arena di Londra dal 23 al 25 settembre.

Il 20 volte campione Slam chiuderà la sua brevissima stagione all’ATP di Basilea, tornato in calendario dopo che le ultime due edizioni erano state annullate a causa della pandemia. Stando alle sue dichiarazioni, il 40enne elvetico dovrebbe giocare qualche torneo anche nel 2023.

Le ultime due stagioni sono state un autentico calvario per l’ex numero 1 ATP, limitato da un serio infortunio al ginocchio destro. Il Maestro è stato scavalcato da Rafael Nadal e Novak Djokovic nella classifica all-time degli Slam, con il serbo che gli ha strappato anche il record di settimane in vetta al ranking mondiale.

In una lunga intervista rilasciata al quotidiano svizzero ‘Coopzeitung’, Federer ha svelato quali attività gli piace fare con i suoi figli nel tempo libero.

Federer si gode il tempo libero

“Non ho ancora insegnato ai miei figli a giocare a carte, ma se la cavano già piuttosto bene a Uno” – ha raccontato Federer.

“Durante la pandemia, ho passato due intere settimane insieme a loro a costruire il castello di Harry Potter con i Lego. Poi abbiamo montato un mini-tavolo da ping pong e ci siamo divertiti a giocare tutti assieme” – ha aggiunto.

Ai microfoni di Eurosport, Mats Wilander ha analizzato nel dettaglio le prospettive del Re: “Roger tornerà in pianta stabile soltanto se sentirà di poter competere con i migliori. Il ranking non gli sorride e potrebbe essere costretto ad affrontare Novak Djokovic nei quarti di uno Slam l’anno prossimo.

Sarà disposto a farlo soltanto se sentirà di avere una chance. Al momento, nessuno può sapere quale sarà il suo livello. Nemmeno lui lo sa. Se sta bene fisicamente, mi auguro di rivederlo a Wimbledon nel 2023”.