Santoro commenta l'assenza di Roger Federer a Wimbledon



by   |  LETTURE 1863

Santoro commenta l'assenza di Roger Federer a Wimbledon

Roger Federer è ancora alle prese con la riabilitazione dopo essersi sottoposto all’ennesima operazione al ginocchio destro. Le ultime due stagioni sono state un autentico calvario per il fenomeno svizzero, impossibilitato a giocare come e quanto avrebbe voluto.

Basti pensare che l’ex numero 1 del mondo ha disputato la miseria di 13 partite ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Gli ottavi al Roland Garros e i quarti a Wimbledon sono stati i suoi migliori risultati stagionali, un bottino decisamente troppo magro per una leggenda del suo calibro.

Qualche settimana dopo i Championships, il Re ha annunciato di doversi operare al ginocchio per la terza volta in 18 mesi. Nonostante l’età e la lunga riabilitazione, il 40enne di Basilea non ha mai abbandonato il desiderio di tornare in campo.

Il suo rientro è previsto alla Laver Cup, che andrà in scena alla O2 Arena di Londra dal 23 al 25 settembre. Il Maestro prenderà parte anche all’ATP di Basilea in autunno. Ai microfoni di ‘BeIN Sports’, Fabrice Santoro ha commentato l’assenza di Federer a Wimbledon.

Federer potrebbe tornare a Wimbledon nel 2023

“Senza Roger Federer, Novak Djokovic è il grande favorito per la vittoria a Wimbledon” – ha esordito Santoro. “Non pensavo che Rafael Nadal avrebbe giocato a Londra, soprattutto dopo l’enorme sforzo compiuto al Roland Garros meno di un mese fa.

Il fatto di aver vinto i primi due Slam stagionali e il sogno di poter realizzare il Calendar Grand Slam lo hanno convinto a provarci. L’assenza di Federer, unita a quelle di Daniil Medvedev e Alexander Zverev, lo hanno indotto a ritenere che potrebbe avere una chance quest’anno.

Dispiace a tutti che non ci sia Federer, ma speriamo di rivederlo l’anno prossimo. Per quanto riguarda Nadal, bisognerà vedere come sta il suo piede. Ha un tabellone abbastanza difficile” – ha aggiunto Fabrice.

Negli ultimi due anni, lo svizzero ha dovuto incassare una serie di duri colpi. Nadal lo ha superato nella classifica all-time degli Slam, mentre Djokovic gli ha strappato il record di settimane in vetta al ranking ATP.