Stefanos Tsitsipas sente la mancanza di Roger Federer



by   |  LETTURE 4788

Stefanos Tsitsipas sente la mancanza di Roger Federer

Roger Federer ha giocato molto poco negli ultimi due anni e la sua carriera è ormai agli sgoccioli. Il fenomeno svizzero ha dovuto fare i conti con un serio infortunio al ginocchio destro, che ha ridotto sensibilmente le sue apparizioni in campo e gli ha impedito di conquistare ulteriori trofei.

Basti pensare che l’ex numero 1 del mondo ha disputato appena 13 match ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Il 20 volte campione Slam ha raggiunto gli ottavi al Roland Garros e i quarti a Wimbledon come migliori risultati stagionali, un bottino decisamente troppo magro per una leggenda del suo calibro.

Qualche settimana dopo i Championships, il Re ha evidenziato la necessità di operarsi al ginocchio per la terza volta in 18 mesi. Stando alle ultime notizie, il 40enne di Basilea non rientrerà prima della Laver Cup, in programma alla O2 Arena di Londra a fine settembre.

Roger giocherà anche l’ATP di Basilea in autunno. Alla vigilia del suo esordio sull’erba di Halle, Stefanos Tsitsipas ha risposto ad alcune domande su Federer.

Tsitsipas parla di Roger Federer

“Ho molto rispetto per Roger Federer e mi sono sempre divertito a guardarlo in TV.

Giocare contro di lui è stato un sogno diventato realtà” – ha ammesso Tsitsipas, che non ha mai brillato particolarmente sull’erba. “Quando l’ho affrontato per la prima volta, stavo per servire e non potevo credere che ci fosse Roger dall’altra parte della rete.

Quando ero più piccolo, Roger era il mio idolo. È pazzesco ciò che ha fatto per il tennis. Non mi riferisco soltanto ai trofei, ma anche al suo stile di gioco. Devo ammettere che mi manca vederlo nel tour. È una persona estremamente affascinante e tutti quanti lo adorano” – ha aggiunto Stefanos.

In una recente intervista a ‘Coopzeitung’, Federer ha parlato del suo futuro: “Se la mia famiglia viaggerà con me in giro per il mondo? È un problema che mi piacerebbe avere, perché vorrebbe dire che sta andando tutto per il meglio. Avrò un calendario elastico, che dipenderà molto da come mi sento”.