Nadal e il messaggio da brividi di Roger Federer: "Abbiamo un feeling speciale"



by   |  LETTURE 18446

Nadal e il messaggio da brividi di Roger Federer: "Abbiamo un feeling speciale"

Nonostante il problema al piede e le numerose infiltrazioni che hanno caratterizzato le sue ultime settimane, Rafael Nadal è riuscito a conquistare per la 14esima volta in carriera il Roland Garros. Un record irraggiungibile che ha portato il maiorchino a quota 22 Major dopo un periodo abbastanza complicato.

Nadal ha guadagnato un importante vantaggio su Roger Federer e Novak Djokovic, entrambi sono fermi a 20, nella lotta al primato Slam e farà di tutto per continuare a lottare e vincere i più grandi eventi del circuito maggiore.

Nadal: "Federer mi ha scritto dopo la finale"

Lo spagnolo condivide uno splendido rapporto di amicizia con Federer e, in un’intervista a Sky Sport, ha rivelato di aver sentito lo svizzero al termine del suo percorso a Parigi.

“Io e Roger siamo nel Consiglio dei giocatori e abbiamo parlato prima della mia partita con Novak. Ieri, dopo la partita( si riferisce alla vittoria contro Casper Ruud in finale, ndr) , mi ha scritto un messaggio per complimentarsi.

Abbiamo un ottimo rapporto e un feeling speciale” , ha dichiarato Nadal. Lo spagnolo ha anche parlato del suo amore nei confronti dell’Italia. “Ho giocato tante volte in Italia, alla fine ci sono molte similitudini con la Spagna, la lingua è simile, è un paese amico della Spagna, quando sono in Italia mi sento sempre a casa e gioco con molto piacere al Foro Italico a Roma che è certamente uno dei tornei più importanti della mia carriera.

Credo che l’Italia ha fatto e sta facendo un lavoro buonissimo e i risultati positivi li stiamo vedendo con Jannik, con Matteo, con Sonego e ora con Musetti. Tanti giocatori giovani con grandi possibilità di vincere uno Slam e sono certo che succederà” .

Nadal si è sottoposto a un nuovo trattamento al piede in Spagna e dovrà monitorare le sue condizioni nelle prossime settimane. Il 22 volte campione Slam ha ammesso che non è più disposto a subire determinati trattamenti per giocare senza dolori e che scenderà in campo a Wimbledon solo se le cure effettuate sortiranno gli effetti desiderati.

Il suo obiettivo è quello di trovare una soluzione definitiva o quantomeno duratura per non mettere a rischio il suo futuro.