Roger Federer, bruttissime notizie in arrivo: la situazione



by   |  LETTURE 36778

Roger Federer, bruttissime notizie in arrivo: la situazione

La riabilitazione di Roger Federer per recuperare al 100% dall'infortunio prosegue sulle ali dell'ottimismo, come testimoniano i suoi canali social, tornati a essere costantemente aggiornati dall'atleta anche per far ben sperare i fan.

Tuttavia, se non dovesse rientrare 'in tempo', potrebbe verificarsi davvero una brutta notizia per lo svizzero, che sotto questo aspetto ha resistito per un lunghissimo periodo nonostante il poco tempo trascorso in campo nei tornei ufficiali (grazie al congelamento al quale Atp e Wta sono stati costretti ad attuare a causa della pandemia).

Si tratta del ranking mondiale, nel quale è al momento il numero 47 ma ancora per poco. Dopo aver perso recentemente i 45 punti di Doha 2021 e i 500 di Miami dell'edizione 2019, oltre ai 90 del Master 1000 di Madrid sempre riguardante la competizione di tre anni fa, il nativo di Basilea rischia di sprofondare completamente in graduatoria e addirittura di scomparire: con un bottino attuale di 1030, il giocatore perderà pian piano tutti i suoi punti nei prossimi mesi e se non dovesse ricominciare presto a giocare, toccherebbe quota 0.

Il Roland Garros ne sottrarrà 180, seguirà l'Atp di Halle (250) e poi, per ultimo, Wimbledon 2019, che sono esattamente 600. Con il terzo Grande Slam che non assegnerà punti Atp, il rischio è di ritrovare il giocatore 40enne senza classifica al suo rientro nel circuito.

Tra le ipotesi per il vincitore di 20 titoli Slam, ci sarebbe comunque la possibilità di ricorrere al ranking protetto, ma in questo caso bisognerebbe comprendere se Re Roger abbia già effettuato o meno la richiesta (la regola è stata 'sfruttata' dal connazionale Stan Wawrinka e dall'austriaco Dominic Thiem, per esempio).

I tornei nella sua programmazione

Federer ha annunciato che uno degli appuntamenti della sua stagione 2022 è la Laver Cup, prevista a Londra dal 23 al 25 settembre. Il fascino, oltre che di rivederlo in campo in una delle prime apparizioni dopo la lunga assenza, sarà un doppio insieme allo spagnolo Rafael Nadal.

L'altro evento in cui lo svizzero ha comunicato la partecipazione è Basilea, alla fine del mese di ottobre. La speranza è che la tabella di marcia del 40enne proceda secondo i piani, così da confermare a tutti gli effetti la sua presenza nei tornei annunciati.