Le splendide parole di Adriano Panatta su Roger Federer



by   |  LETTURE 9391

Le splendide parole di Adriano Panatta su Roger Federer

Roger Federer ha sofferto parecchio nelle ultime due stagioni, avendo dovuto fare i conti con un grave infortunio al ginocchio destro. L’ex numero 1 del mondo è stato limitato ad appena 13 match ufficiali l’anno scorso, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte.

Wimbledon e le Olimpiadi di Tokyo erano i principali obiettivi del fuoriclasse svizzero nel 2021, ma il fisico non gli ha permesso di giocare quanto e come avrebbe voluto. Dopo l’eliminazione nei quarti a Londra, il 20 volte campione Slam ha annunciato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di doversi operare per la terza volta in 18 mesi.

Il 40enne di Basilea spera di tornare in campo alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, magari in occasione della Laver Cup (in programma alla O2 Arena di Londra a fine settembre). Nel frattempo, è stata annunciata la sua partecipazione all’ATP di Basilea.

L’auspicio dei fan è che il Re possa chiudere degnamente la sua leggendaria carriera. In una recente intervista a ‘La Nacion’, Adriano Panatta ha ribadito di avere un debole per Federer.

Panatta vuole rivedere Federer

“Dal mio punto di vista, Roger Federer è il giocatore più talentuoso che sia mai esistito” – ha esordito Panatta con grande schiettezza.

“Lui giocava a tennis meglio di tutti e capiva il gioco in maniera incredibile. Novak Djokovic è una leggenda e chiuderà la sua carriera con moltissimi record, ma Roger è un artista del tennis. Mi auguro di poterlo vedere ancora una volta” – ha aggiunto.

Non poteva mancare una previsione sul Roland Garros: “Sappiamo che Rafael Nadal si presenta a Parigi con alcuni problemi fisici. L’ho visto un po’ affaticato nelle scorse settimane, il che è normale alla sua età.

In ogni caso, non lo si può mai escludere dal lotto dei favoriti a Parigi. Stiamo parlando di una leggenda che non si tira mai indietro, oltre ad essere una persona umile e rispettosa”. Nadal, Djokovic e Alcaraz sono capitati tutti nella parte alta del tabellone, mentre nella parte bassa troviamo Daniil Medvedev e Stefanos Tsitsipas.