Clarey: "Roger Federer può ancora giocare qualche grande partita"



by   |  LETTURE 4540

Clarey: "Roger Federer può ancora giocare qualche grande partita"

Roger Federer è alle prese con la riabilitazione dopo essersi sottoposto all’ennesima operazione al ginocchio destro. Il fuoriclasse svizzero, la cui ultima partita risale a Wimbledon 2021, spera di rientrare alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno.

Per il momento, è stata confermata la sua presenza alla Laver Cup e all’ATP di Basilea. Gli ultimi due anni sono stati un calvario per il Re sul piano sportivo, ma l’ex numero 1 del mondo non ha mai pensato di appendere la racchetta al chiodo.

I fan si augurano che il 40enne di Basilea possa regalarsi un ultimo giro di giostra prima di chiudere la sua leggendaria carriera. L’ultimo sigillo di Roger in uno Major risale ormai agli Australian Open 2018, ma è impossibile non ricordare i due match point sciupati contro Novak Djokovic nella finale di Wimbledon 2019.

Durante una lunga intervista a ‘RTBF’, Christopher Clarey – noto corrispondente del New York Times – ha evidenziato la maturazione di Federer con il passare degli anni. Il 20 volte campione Slam è diventato un modello di riferimento sia dentro che fuori dal campo.

Clarey racconta Roger Federer

“Roger Federer è un uomo estremamente intelligente ed empatico. Ho seguito lo sport per quasi 30 anni ed è abbastanza frequente che i migliori atleti rimangano chiusi in loro stessi e allontanino le altre persone.

Al contrario, Roger ama interagire con il mondo esterno e ce la mette tutta per farsi apprezzare” – ha raccontato Clarey. “Federer è cambiato molto rispetto all’inizio della sua carriera. In passato, ha avuto problemi a controllare le sue emozioni durante i match.

Se riguardate i video delle sue prime partite, vi accorgerete che le racchette facevano una brutta fine” – ha aggiunto. Christopher ha analizzato le prospettive dello svizzero: “Dopo tutto questo lavoro che ha fatto, io credo che voglia giocare anche nel 2023 e tornare a Wimbledon per l’ultima volta.

I suoi giorni di gloria sono terminati secondo me, ma può ancora disputare qualche grande partita se si rimette in forma”. Ne sapremo di più fra qualche mese.