Rublev fa un curioso paragone sulla 'pressione' con Roger Federer e Rafael Nadal



by MARIO TRAMO

Rublev fa un curioso paragone sulla 'pressione' con Roger Federer e Rafael Nadal

Andrey Rublev è senza dubbio uno dei tennisti più forti in circolazione. L'atleta russo riesce a cavarsela in ogni superficie e mette ai suoi colpi un'intensità fuori dal comune. Ormai da tempo in Top Ten il numero due russo è arrivato ad un punto della sua carriera dove tutti attendono che faccia il grande salto diventando cosi uno dei principali contender non solo per i tornei 'minori' ma anche per i Masters 1000 e tornei del Grande Slam.

Attraverso i microfoni di TennisMajors il Top ten russo ha parlato in questo modo: "Pressione? Cerco sempre di non pensarci e credo fa parte del nostro lavoro, inoltre qualsiasi pressione potrei sentire, non sarà mai come quella che hanno avuto nel corso di questi anni Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic.

Penso a questo come ad un aspetto del mio gioco, cerco di non pensarci e vado avanti. La gente pensa che giocare e vincere sia facile, ma non è cosi. All'inizio dell'anno non sapevo come gestire la cosa, ma dopo l'Australia ho fatto una serie di bei tornei, ora mi concentro solo su questo".

Rublev ha poi continuato parlando del rapporto con il suo coach Fernando Vicente: "Il suo rapporto con lui? Mi piace davvero tutto, mi trovo bene e capisce alla grande il mio modo di giocare, mi aiuta a capire le decisioni giuste da prendere in campo.

Inoltre è molto umile ed è una persona molto divertente. Abbiamo un ottimo rapporto, sia dentro che fuori dal campo. Non sono tanti i tennisti che possono dirlo, ma mi sento davvero un uomo molto fortunato".

Rublev ed il suo atteggiamento in campo

Il tennista russo ha poi parlato del suo atteggiamento, spesso molto aggressivo in campo.

Ecco le sue dichiarazioni: "A volte guardo video di me stesso in campo e rifletto su come è possibile che sia cosi. Allo stesso tempo credo di dover migliorare da questo punto di vista, è una cosa che mi può aiutare a fare uno step in più per la mia crescita e per raggiungere ad un livello.

Inoltre penso che devo lavorare molto sul mio rovescio e migliorare nei miei punti deboli. Oltre a questo devo migliorare al servizio ed a rete, in allenamento lo faccio abbastanza bene ma devo migliorare quando lo faccio durante il match".

Roger Federer Rafael Nadal