La ferma posizione di Boris Becker sul ritorno in campo di Roger Federer



by   |  LETTURE 3848

La ferma posizione di Boris Becker sul ritorno in campo di Roger Federer

Regna sovrana l’incertezza sul ritorno in campo di Roger Federer. Il campione svizzero è apparso per l’ultima volta in un match ufficiale lo scorso maggio, nel match di quarti di finale persi contro Hubert Hurkacz a Wimbledon.

Da quel momento in poi è iniziato l’ennesimo calvario del 40enne tennista svizzero, che ha subito la terza operazione al ginocchio dopo le due del 2020. L’elvetico è tornato ad allenarsi e sta seguendo un programma di recupero per tornare in campo, ma la sua intenzione è quella di prendersi tutto il tempo necessario e di non forzare i tempi per evitare qualsiasi ricaduta.

Nell’ultimo periodo però si è creata una sorta di diatriba tra appassionati di tennis e i fan di Re Roger: c’è chi si chiede in che condizioni possa tornare dall’infortunio, vista la lunga assenza dai campi e l’età del 20 volte campione slam (compierà 41 anni ad agosto); c’è invece chi attende con ansia di conoscere la possibile data di rientro del proprio idolo e di vederlo in campo contro i tennisti della NextGen (Jannik Sinner e Carlos Alcaraz su tutti).

Sul tema è intervenuto anche Boris Becker, il quale ha rilasciato, in un intervento ad Eurosport, alcune dichiarazioni a riguardo.

Becker:“Ha tutto il diritto del mondo di decidere quando giocare di nuovo”

L’ex numero uno tedesco ha difeso la scelta di Federer di tornare in campo nonostante gli infortuni che l’hanno limitato negli ultimi anni.

“Con Roger, mi astengo dalla mia opinione. Finché pensa di voler giocare, allora lasciamoglielo fare. Siamo felici se lo farà ancora” ha detto Becker. Il sei volte campione slam ha poi continuato: “Ha tutto il diritto del mondo di decidere quando giocare di nuovo.

Se l'è guadagnato, ha lavorato per questo, e in questo senso: finché si definisce ancora un tennista, dobbiamo riconoscerlo come tale”. Federer, in una recente intervista, aveva rivelato che l’obiettivo sarebbe quello di rientrare prima della fine dell’anno.

Si è dunque aperto un “totorientro”, cercando di ipotizzare quale possa essere il torneo in cui potremo finalmente rivedere l’ex numero uno del mondo. L’idea sarebbe quella di un possibile ritorno in campo a seguito dello slam britannico su erba, ma al momento fissare una data è compito davvero arduo.