Davidovich Fokina: "Ho pianto per la sconfitta di Roger Federer agli AO 2009"



by   |  LETTURE 5012

Davidovich Fokina: "Ho pianto per la sconfitta di Roger Federer agli AO 2009"

Roger Federer è l’idolo di tantissimi giocatori, avendo attraversato diverse generazioni senza mai perdere la sua inconfondibile eleganza. Gli ultimi due anni sono stati molto complicati per il fenomeno svizzero, che ha dovuto fare i conti con un serio infortunio al ginocchio destro.

Basti pensare che il Re ha giocato appena 13 match ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Dopo l’eliminazione nei quarti a Wimbledon, l’ex numero 1 del mondo ha comunicato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di doversi operare per la terza volta in 18 mesi.

Il 20 volte campione Slam spera di rientrare alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, magari in occasione della Laver Cup (che si svolgerà alla O2 Arena di Londra a fine settembre). Tutti gli appassionati si augurano che il 40enne di Basilea possa ritirarsi alle sue condizioni, riuscendo a togliersi qualche altra soddisfazione sul campo da tennis.

Nel corso di una recente intervista a Tennis Majors, Alejandro Davidovich Fokina – giustiziere di Novak Djokovic a Montecarlo – ha rivelato che Federer è sempre stato il suo idolo.

Davidovich Fokina rivela il suo amore per Federer

“Roger Federer è il mio idolo” – ha esordito lo spagnolo.

“Ho pianto quando ha perso la finale degli Australian Open 2009 contro Rafael Nadal. Per certi versi, è come se avessi pianto insieme a lui durante la premiazione. L’evoluzione di Roger mi ha sempre affascinato.

All’inizio della sua carriera, aveva un carattere burrascoso e la frustrazione prendeva spesso il sopravvento su di lui. Poi ha fatto un click a livello mentale ed è diventato il più forte di tutti” – ha analizzato Davidovich.

Alejandro sogna in grande: “Il mio principale obiettivo è diventare il numero 1 del mondo. Per potercela fare, devo vincere almeno un titolo del Grande Slam. Al tempo stesso, voglio continuare a divertirmi giocando a tennis.

La vita è breve e devi goderti ogni momento”. Prima dell’impresa contro Novak Djokovic a Montecarlo, Davidovich non aveva mai sconfitto un Top 5. L’iberico affronterà il vincente del match tra Dan Evans e David Goffin.