Clarey: "Roger Federer è simpaticissimo lontano dalle telecamere"



by   |  LETTURE 1859

Clarey: "Roger Federer è simpaticissimo lontano dalle telecamere"

Qualche settimana dopo Wimbledon 2021, Roger Federer ha deciso di operarsi al ginocchio destro per la terza volta in 18 mesi. L’ex numero 1 del mondo non è mai riuscito a trovare la condizione ideale l’anno scorso, giocando soltanto 13 partite ufficiali e dovendosi accontentare di un ruolo marginale.

Gli ottavi al Roland Garros e i quarti a Wimbledon sono stati i suoi migliori risultati stagionali, un bottino decisamente troppo magro per una leggenda del suo calibro. Negli ultimi due anni, Re Roger ha dovuto incassare il sorpasso di Rafael Nadal nella classifica all-time degli Slam, mentre Novak Djokovic gli ha strappato il record di settimane in vetta al ranking ATP.

Il 40enne di Basilea spera di rientrare alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, magari in occasione della Laver Cup. Di recente, l’elvetico ha pubblicato una foto sui social che lo ritrae durante una sessione di allenamento in palestra.

In molti si augurano che Federer bruci le tappe e riesca a partecipare a Wimbledon. Nel corso di una lunga intervista a Tennis Deutschland, Christopher Clarey – noto corrispondente del New York Times – ha parlato del rientro di Roger e non solo.

Re Roger si sta allenando con grande intensità

“L’ultima volta che abbiamo visto Roger Federer in salute è arrivato ad un solo punto dal vincere Wimbledon, un solo punto!” – ha esordito Clarey riferendosi a Wimbledon 2019.

“Secondo me, lui pensa di avere un’ultima chance a Londra se si rimette a posto fisicamente. In linea teorica non è andata male neppure l’anno scorso, avendo raggiunto i quarti a 39 anni e nonostante una condizione precaria.

Io dubito che possa far meglio di così, ci sono troppi avversari con cui deve fare i conti. Tuttavia, è sempre difficile scommettere contro Roger” – ha continuato. Clarey ha analizzato l’evoluzione di Federer con il passare degli anni: “È maturato tantissimo e sa adattarsi ad ogni tipo di situazione.

Il suo senso dell’umorismo viene spesso sottovalutato, scherza sempre e gli piace ridere in compagnia. Quando si spengono le telecamere, è un uomo normalissimo”.