Guardiola risponde a Klopp: "Non siamo come Roger Federer, Rafael Nadal e Djokovic"



by   |  LETTURE 5182

Guardiola risponde a Klopp: "Non siamo come Roger Federer, Rafael Nadal e Djokovic"

Nella giornata di domani si terrà il big match di Premier League tra il Manchester City di Guardiola ed il Liverpool di Jurgen Klopp. I Citizens giocano in casa e guidano la classifica con un punto di vantaggio sulla squadra guidata dal tecnico tedesco, i Reds sono in netta crescita ed hanno rimontato punti nelle scorse settimane.

C'è tutto per un big match di livello mondiale, tanti campioni ed una sfida vista in tutto il mondo. Nella conferenza stampa pre gara il tecnico del Liverpool Jurgen Klopp ha paragonato la rivalità tra questi due club a quella tra due leggende del mondo del tennis, Roger Federer e Rafael Nadal.

I due hanno dato vita alla nota 'Fedal' e milioni di appassionati si sono goduti questa rivalità per diversi anni. Nello specifico Klopp ha dichiarato: "È folle la continuità che queste due squadre hanno avuto negli ultimi anni.

Non mi sento di dire di essere grato al City per quanto hanno tenuto alto il livello, ma sicuramente non hanno danneggiato la nostra crescita come squadra e filosofia di calcio. Quando giochi a questi livelli, ti concentri sulle tue partite.

Ma nello sport, penso, quello che più ti aiuta a migliorare è un avversario forte. Roger Federer e Rafael Nadal, per esempio, si sono goduti la loro rivalità. Sono contento della forza del City: non penalizza il Liverpool, tutt’altro”.

La risposta di Guardiola sul paragone con il tennis

Pep Guardiola ha vinto tutto quello che si poteva vincere come tecnico del Barcellona ed ora al City ha l'obiettivo di ripetersi. In conferenza stampa il tecnico catalano ha voluto rispondere a Klopp: secondo l'allenatore manca ancora tempo prima di raggiungere una rivalità come quella ottenuta dai Big Three (Guardiola cita anche Novak Djokovic).

Il tecnico ha rivelato: "Novak Djokovic, Roger Federer e Rafael Nadal hanno dominato il tennis per circa venti anni, noi invece siamo a questi livelli con il Liverpool da soli cinque anni. E' un pò diverso. E' vero che nel calcio le situazioni sono molto diverse e, rispetto agli altri sport, è difficile vincere e continuare a dominare per cosi tanto tempo. Ad ogni modo ricorderò, quando sarò in pensione, la rivalità con il Liverpool"