Clarey: "Roger Federer è convinto di avere ancora una chance a Wimbledon"



by   |  LETTURE 8375

Clarey: "Roger Federer è convinto di avere ancora una chance a Wimbledon"

I problemi al ginocchio destro hanno tormentato Roger Federer nelle ultime due stagioni. Basti pensare che il fuoriclasse svizzero ha giocato appena 13 match ufficiali l’anno scorso, dimostrando di essere ben lontano dalla miglior condizione.

L’ex numero 1 del mondo ha raggiunto gli ottavi al Roland Garros e i quarti a Wimbledon, un bottino decisamente troppo magro per una leggenda del suo calibro. La sua corsa ai Championships si è conclusa per mano di Hubert Hurkacz, che si è tolto lo sfizio di rifilargli un bagel sul Centre Court.

Qualche settimana più tardi, il 20 volte campione Slam ha comunicato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di doversi operare per la terza volta in 18 mesi. Il 40enne di Basilea spera di tornare in azione alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, magari in occasione della Laver Cup (in programma alla O2 Arena di Londra a fine settembre).

Difficilmente lo vedremo in campo a Wimbledon, come ribadito dal suo storico coach Severin Luthi. In una lunga intervista a Tennis Deutschland, il noto giornalista Christopher Clarey ha analizzato nel dettaglio le prospettive di Re Roger.

Federer spera ancora nel miracolo

“L’ultima volta che Roger Federer è stato pienamente in salute è arrivato ad un solo punto dal vincere Wimbledon, un solo punto!” – ha ricordato Clarey.

“Secondo me, lui crede di avere ancora una chance se si rimette a posto fisicamente. Non è andata male nemmeno a Wimbledon 2021, dove ha raggiunto i quarti a 39 anni e nonostante un ginocchio malandato. Io dubito che possa far meglio di così, ci sono troppi avversari di mezzo perché il suo sogno si realizzi.

Tuttavia, è sempre difficile scommettere contro Roger” – ha aggiunto. Christopher ha elogiato la semplicità di Federer fuori dal campo: “Il suo senso dell’umorismo è spesso sottovalutato, scherza sempre e gli piace ridere in compagnia.

Davanti alle telecamere è il simbolo dell’eleganza, ma nella vita di tutti i giorni è un uomo normalissimo”. L’ultimo sigillo dell’elvetico in uno Slam risale agli Australian Open 2018.