Waske: "Roger Federer è paragonabile ad un attore di Hollywood"



by   |  LETTURE 2590

Waske: "Roger Federer è paragonabile ad un attore di Hollywood"

Gli ultimi due anni non sono stati per niente facili per Roger Federer. L’ex numero 1 del mondo ha dovuto fare i conti con un grave infortunio al ginocchio destro, che ha limitato sensibilmente le sue apparizioni in campo.

Basti pensare che il fenomeno svizzero ha giocato appena 13 match ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Dopo aver raggiunto i quarti a Wimbledon, il 20 volte campione Slam ha annunciato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di doversi operare per la terza volta in 18 mesi.

Il Re spera di tornare in campo alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, ma è ancora troppo presto per sbilanciarsi. Come ammesso dal suo storico coach Severin Luthi, è assai improbabile che il 40enne di Basilea partecipi all’edizione 2022 di Wimbledon.

Roger potrebbe fare il suo rientro alla Laver Cup, che si svolgerà alla O2 Arena di Londra a fine settembre. Nel corso di una recente intervista a ‘Tennis Magazin’, Alexander Waske ha elogiato l’attitudine di Federer sia dentro che fuori dal campo.

Federer potrebbe rientrare alla Laver Cup

“Una volta ho confidato a Roger Federer che mi venivano spesso i crampi quando entravo in campo da favorito. Avevo difficoltà a gestire quel tipo di pressione e volevo sapere il suo punto di vista al riguardo.

Lui mi ha risposto che cercava di vedersi sempre come il favorito, in modo da provare ogni volta la stessa sensazione. Ogni giorno è diverso, ma Federer ha trovato un modo per sentirsi rilassato in qualsiasi circostanza.

Mi ha spiegato che la leggerezza in campo è fortemente legata allo stato d’animo del giocatore” – ha raccontato Waske. “Roger si rilassa attraverso le sue routine pre-partita: si fa la doccia, si fascia le caviglie, prepara le racchette e via dicendo.

Credo che Federer sia paragonabile ad un attore di Hollywood, è come se avesse preso in prestito qualcosa dal mondo della recitazione” – ha aggiunto. L’ultimo trionfo dell’elvetico in uno Slam risale agli Australian Open 2018, anche se tutti gli appassionati hanno ancora nella mente quei due match point sciupati a Wimbledon 2019.