Alexander Waske racconta un divertente aneddoto su Roger Federer



by   |  LETTURE 2405

Alexander Waske racconta un divertente aneddoto su Roger Federer

Roger Federer ha dovuto fare i conti con un serio infortunio al ginocchio destro negli ultimi due anni. L’ex numero 1 del mondo ha giocato appena 13 match ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte.

Gli ottavi al Roland Garros e i quarti a Wimbledon sono stati i suoi migliori risultati stagionali, un bottino decisamente troppo magro per una leggenda del suo calibro. Qualche settimana dopo i Championships, il Re ha annunciato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di doversi operare per la terza volta in 18 mesi.

Il 20 volte campione Slam si augura di tornare in azione alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, magari in occasione della Laver Cup (che si svolgerà alla O2 Arena di Londra a fine settembre).

Il fuoriclasse svizzero ha dovuto incassare il sorpasso di Rafael Nadal nella classifica all-time dei Major, mentre Novak Djokovic gli ha strappato il record di settimane in vetta al ranking ATP. In una lunga intervista concessa a ‘Tennis Magazin’, Alexander Waske ha elogiato l'umiltà di Roger sia dentro che fuori dal campo.

Waske apprezza la semplicità di Re Roger

“Roger Federer non ha avuto soltanto un successo pazzesco sul campo da tennis, ma ha proprio cambiato il gioco. Quella classe e quell’eleganza non si erano mai viste prima del suo arrivo nel tour.

Ho il massimo rispetto per lui sia come giocatore che come persona” – ha affermato Waske. Alexander ha poi raccontato un aneddoto risalente al 2015, quando faceva parte dell’entourage di Tommy Haas. “L’episodio che sto per raccontare risale a Wimbledon 2015, quando lavoravo per Tommy Haas.

Abbiamo incontrato Roger in una casa molto grande e spaziosa, che era stata presa in affitto da Tommy. Una settimana dopo, avrebbe alloggiato lì il Principe Alberto di Monaco. Ricordo che le scarpe non potevano essere indossate all’interno di quella casa.

Le due gemelle di Federer sono andate a giocare al piano di sopra e facevano abbastanza casino. Roger è salito e gli ha detto con calma di fare meno rumore. Mi ha colpito la sua semplicità. In quel momento non era il pluricampione Slam e il multimilionario, bensì un normale padre di famiglia”.