Rodriguez: "Roger Federer e Rafael Nadal sono due veri galantuomini"



by   |  LETTURE 3686

Rodriguez: "Roger Federer e Rafael Nadal sono due veri galantuomini"

Roger Federer e Rafael Nadal sono stati i simboli dell’era moderna insieme a Novak Djokovic. I Big 3 hanno fatto la storia del tennis maschile, monopolizzando il circuito e infrangendo ogni record. Il trionfo agli Australian Open ha permesso allo spagnolo di conquistare il suo 21° Major e di scavalcare i suoi eterni rivali nella classifica all-time.

Il 35enne di Manacor è inoltre diventato il quarto uomo nella storia ad essersi aggiudicato tutti gli Slam almeno due volte (insieme a Djokovic, Rod Laver e Roy Emerson). Rafa cercherà di allungare ulteriormente al Roland Garros, dove sarà ancora una volta il grande favorito.

L’iberico si è tuttavia procurato una frattura alla costola durante il Masters 1000 di Indian Wells e dovrà restare fuori per alcune settimane. Djokovic, che ha disputato appena tre partite ufficiali nel 2022, tornerà in azione sulla terra rossa di Montecarlo.

Il serbo ha giocato soltanto l’ATP 500 di Dubai quest’anno, cedendo a Jiri Vesely nei quarti. Più complicata la situazione di Federer, il cui rientro avverrà alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno.

Ospite nell’ultimo episodio del podcast ‘The Functional Tennis’, il noto coach Carlos Rodriguez ha affrontato la questione del GOAT.

Carlos Rodriguez sul GOAT

“Non posso scegliere Roger Federer senza citare Rafael Nadal.

Non sono d’accordo con quelle persone che ne vogliono scegliere per forza uno solo” – ha spiegato Rodriguez. “Roger e Rafa si sono migliorati a vicenda e hanno condiviso i più grandi palcoscenici per un decennio e mezzo.

Poi è arrivato Novak Djokovic, che è molto diverso da loro due. Federer e Nadal sono due veri galantuomini, non riesco a scegliere l’uno o l’altro. Opto per entrambi” – ha chiosato. Ai microfoni di ‘Tennis Magazin’, l’ex tennista Alexander Waske ha parlato a lungo di Re Roger: “Speriamo che la sua carriera non finisca a causa di un infortunio.

Sarebbe una cosa bruttissima sia per lui che per tutti gli appassionati di questo sport. Roger merita un finale degno”. L’ultima apparizione del 40enne svizzero risale a Wimbledon 2021.