Waske: "Mi auguro che Roger Federer possa ritirarsi alle sue condizioni"



by   |  LETTURE 2343

Waske: "Mi auguro che Roger Federer possa ritirarsi alle sue condizioni"

Gli ultimi due anni sono stati un autentico calvario per Roger Federer, che è stato limitato da un serio infortunio al ginocchio destro. L’ex numero 1 del mondo ha giocato appena 13 match ufficiali nel 2021, non dando mai la sensazione di essere al top della forma.

Il fenomeno svizzero è stato battuto nettamente da Hubert Hurkacz sull'erba di Wimbledon, rimediando persino un bagel nel terzo set. Qualche settimana dopo i Championships, ha annunciato di doversi operare al ginocchio per la terza volta in 18 mesi.

Il 20 volte campione Slam salterà quasi certamente l’edizione 2022 di Wimbledon, come ha ribadito anche il suo storico coach Severin Luthi. Il 40enne di Basilea spera di tornare in campo alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, ma è ancora troppo presto per sbilanciarsi.

L’elvetico ha dovuto incassare il sorpasso di Rafael Nadal nella classifica all-time dei Major, mentre Novak Djokovic gli ha strappato il record di settimane in vetta al ranking ATP. In una recente intervista concessa a ‘Tennis Magazin’, Alexander Waske ha elogiato l’umiltà e la disponibilità di Re Roger.

Federer ha giocato pochissimo negli ultimi due anni

“Durante il mio periodo nel tour ATP, non ho mai visto un Roger Federer arrogante o irrispettoso verso gli altri giocatori” – ha rivelato Waske. “Nel bel mezzo del Roland Garros 2006, eravamo in sala massaggi e guardavamo la partita di un giocatore che era vicino ad ottenere la vittoria più importante di tutta la sua carriera.

Ad un passo dal traguardo, la tensione ha bloccato completamente quel giocatore. Roger non ha infierito, anzi si è girato verso di noi e ci ha ricordato che a tutti quanti sono capitati momenti simili almeno una volta in carriera.

Questo aneddoto vi fa capire quanto sia rimasto con i piedi per terra” – ha aggiunto. Alexander si augura che il Re possa lasciare il tennis alle sue condizioni: “Speriamo che la sua carriera non finisca a causa di un infortunio. Sarebbe una cosa bruttissima sia per lui che per tutti gli appassionati di tennis. Roger merita un finale degno”.