Isner: "In pochi sanno che Roger Federer è un grande appassionato di wrestling"



by   |  LETTURE 3425

Isner: "In pochi sanno che Roger Federer è un grande appassionato di wrestling"

Roger Federer non ha avuto infortuni per la maggior parte della sua carriera, ma questa tendenza è radicalmente mutata negli ultimi due anni. Un serio problema al ginocchio ha tenuto il fenomeno svizzero lontano dai campi per moltissimo tempo, consentendogli di giocare appena 13 match ufficiali nel 2021.

L’ex numero 1 del mondo ha raccolto nove vittorie e quattro sconfitte, un bilancio decisamente troppo modesto per una leggenda del suo calibro. Il 20 volte campione Slam ha raggiunto i quarti a Wimbledon, ma la netta sconfitta rimediata contro Hubert Hurkacz sul Centre Court (con tanto di bagel nel terzo set) ha fatto capire a tutti che qualcosa non andava.

Qualche settimana più tardi, il 40enne di Basilea ha annunciato di doversi operare per la terza volta al ginocchio destro. Il Re si augura di tornare in azione alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno, magari alla Laver Cup che andrà in scena a Londra.

In una recente conversazione su Tennis Channel, il numero 23 ATP John Isner ha incoronato Federer come il GOAT indipendentemente dalle statistiche.

Isner incorona Roger Federer

“Penso che Roger Federer sia il GOAT indipendentemente dai numeri” – ha esordito Isner.

“Mi è sempre piaciuto trascorrere del tempo insieme a lui, abbiamo parecchie cose in comune. Siamo entrambi grandi appassionati di wrestling, soprattutto lui, anche se molti non lo sanno” – ha aggiunto l’americano.

Federer è stato superato da Rafael Nadal nella classifica all-time degli Slam, dopo che lo spagnolo si è imposto a sorpresa agli Australian Open 2022. Il direttore del torneo di Indian Wells Tommy Haas ha paragonato l’inizio di stagione di Rafa a quello di Roger nel 2017: “Ci sono delle somiglianze incredibili fra l’avvio di stagione di Nadal e quello di Federer nel 2017.

Roger si era assentato dal tour per circa sei mesi ed era tornato all’inizio del 2017. Lo svizzero ebbe un inizio di stagione eccezionale, in cui vinse gli Australian Open e fece la doppietta Indian Wells-Miami. Qualche mese dopo, Roger trionfò anche a Wimbledon lasciando tutti a bocca aperta”.