L'ottimismo di Roger Federer: "Sono convinto di poter tornare ai massimi livelli"



by   |  LETTURE 13335

L'ottimismo di Roger Federer: "Sono convinto di poter tornare ai massimi livelli"

I fan di tutto il mondo sperano di rivedere Roger Federer di nuovo nel circuito ATP. Gli ultimi due anni sono stati parecchio complicati per la leggenda svizzera, che ha dovuto gestire un serio infortunio al ginocchio destro.

Basti pensare che l’ex numero 1 del mondo ha giocato appena 13 match ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Gli ottavi al Roland Garros e i quarti a Wimbledon sono stati i suoi migliori risultati stagionali, decisamente troppo poco per un fuoriclasse della sua caratura.

Dopo aver perso nettamente contro Hubert Hurkacz ai Championships, il Re ha annunciato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di doversi operare per la terza volta. Il 40enne di Basilea è ancora alle prese con la riabilitazione e non tornerà in azione prima della fine dell’estate/inizio dell’autunno.

La Laver Cup potrebbe essere la sede ideale per il suo rientro, ma è ancora troppo presto per sbilanciarsi. Nonostante le molteplici difficoltà incontrate nel recente periodo, il 40enne di Basilea non ha smarrito il suo proverbiale ottimismo.

L'ottimismo di Re Roger

“Dopo molti mesi trascorsi a lottare contro i miei infortuni, il mio ritorno nel circuito a marzo 2021 mi ha motivato a continuare a giocare a tennis” – ha scritto Federer in una lettera.

“Sono grato per tutti i minuti che ho potuto trascorrere con i miei fan, che mi dimostrano un supporto incredibile in ogni angolo del mondo. I tornei che ho disputato l’anno scorso mi hanno fatto capire che la mia carriera da atleta non è ancora giunta al termine.

I progressi che faccio ogni giorno rafforzano dentro di me l’idea che un giorno sarò abbastanza forte per tornare a giocare ai massimi livelli” – ha continuato il 20 volte campione Slam. Roger ha dovuto incassare il sorpasso di Rafael Nadal nella classifica all-time dei Major, mentre Novak Djokovic ha strappato allo svizzero il record di settimane in vetta al ranking ATP. L’elvetico ha dovuto salutare la Top 10 per la prima volta dal 2017.