Nastase: "Roger Federer avrà sempre una chance di arrivare in fondo"



by   |  LETTURE 3129

Nastase: "Roger Federer avrà sempre una chance di arrivare in fondo"

Nessuno si aspettava un simile inizio di stagione da parte di Rafael Nadal. Reduce da un lungo stop per infortunio, l’ex numero 1 del mondo ha vinto le prime 15 partite disputate nel 2022. Il fuoriclasse spagnolo si è aggiudicato l’ATP di Melbourne, gli Australian Open e il torneo di Acapulco, lasciando tutti quanti a bocca aperta.

Imponendosi per la seconda volta in carriera a Melbourne Park, il 35enne di Manacor si è issato a quota 21 Major superando Roger Federer e Novak Djokovic nella classifica all-time. Rafa è inoltre diventato il quarto uomo nella storia ad aver conquistato tutti gli Slam almeno due volte (insieme a Djokovic, Rod Laver e Roy Emerson).

Il maiorchino cercherà di arrivare a quota 22 già al Roland Garros, in attesa di capire se Nole sarà presente o meno a Parigi (l’imminente abolizione del Green Pass in Francia dovrebbe dargli il via libera).

Nel corso di una recente intervista a MARCA, Ilie Nastase ha affrontato l’eterna questione relativa al GOAT.

Il parere di Nastase sul GOAT

“Se il più grande di sempre è colui che ha vinto il maggior numero di titoli, la scelta ricade su Rafael Nadal in questo momento” – ha rivelato Nastase con grande sincerità.

“Se prendiamo in considerazione altri fattori, è difficile non menzionare Roger Federer. Oltre ad avere un talento incredibile, lo svizzero ha contribuito più di ogni altro ad accrescere la popolarità del tennis in giro per il mondo.

Roger ha giocato molto poco negli ultimi due anni, ma se riesce a rimettersi in sesto avrà sempre una possibilità di arrivare in fondo” – ha aggiunto. Ilie ha parlato anche della situazione di Novak Djokovic: “Sono praticamente tutti vaccinati tranne lui, è chiaro che abbia un problema.

Non sarò io a giudicarlo, perché si tratta di una scelta personale”. Il numero 2 del mondo non potrà partecipare ai Masters 1000 di Indian Wells e Miami per la ben nota questione vaccinale. Come se non bastasse, Nole ha dovuto cedere lo scettro del ranking ATP nelle mani di Daniil Medvedev.