Roger Federer si emoziona ricordando il suo trionfo agli Australian Open 2017



by   |  LETTURE 5746

Roger Federer si emoziona ricordando il suo trionfo agli Australian Open 2017

Le ultime due stagioni non sono state particolarmente fortunate per Roger Federer. L’ex numero 1 del mondo ha giocato pochissimo a causa di un serio infortunio al ginocchio, che sta rovinando l’ultima parte della sua immensa carriera.

Il fuoriclasse svizzero ha disputato appena 13 match ufficiali lo scorso anno, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Il 40enne di Basilea ha raggiunto i quarti a Wimbledon grazie anche ad un tabellone non impossibile, ma il suo cammino si è interrotto bruscamente contro Hubert Hurkacz sul Centre Court.

Qualche settimana più tardi, il 20 volte campione Slam ha annunciato di doversi sottoporre alla terza operazione al ginocchio in 18 mesi. Re Roger, che ha dovuto salutare la Top 10 per la prima volta dal 2017, spera di tornare in azione quest’estate.

La sua presenza ai Championships è in forte dubbio, come ammesso dallo stesso Federer in una recente intervista a ‘Credit Suisse’. La speranza di tutti è che l’elvetico possa regalarsi un ultimo giro di giostra prima di appendere la racchetta al chiodo.

Ai microfoni di Eurosport, Federer ha ricordato il suo storico trionfo agli Australian Open 2017.

Federer ricorda il trionfo agli AO 2017

“La vittoria agli Australian Open 2017 è stata senza dubbio una delle più speciali di tutta la mia carriera.

Ero reduce da un lungo stop e mi ero presentato a Melbourne senza grandi aspettative” – ha raccontato Federer. “C’è stata una fortissima componente emotiva in quelle due settimane, acuita dalla splendida finale contro Rafael Nadal.

È un ricordo che resterà per sempre nella mia memoria” – ha aggiunto. In una lunga intervista al portale ‘Tennis365’, Justine Henin ha ammesso che sarà difficilissimo per Roger tornare competitivo a quasi 41 anni.

“L’auspicio di tutti è che Federer possa tornare a giocare ad altissimi livelli, ma sappiamo che sarà complicatissimo alla sua età. Federer, Nadal e Djokovic hanno fatto la storia del tennis, non ci sono dubbi al riguardo.

Al tempo stesso, bisogna abituarsi all’idea che un giorno smetteranno. Quel momento si sta avvicinando sempre di più, soprattutto per Roger” – ha analizzato la belga.