Kyrgios: “Assenza Djokovic, Federer e Nadal in Australia sarebbe un disastro”



by   |  LETTURE 4037

Kyrgios: “Assenza Djokovic, Federer e Nadal in Australia sarebbe un disastro”

Nel mentre si prepara al rientro in campo a inizio gennaio, Nick Kyrgios ha concesso una intervista a The Age in cui, tra le varie cose, ha parlato dei Big Three. Per l’australiano sarebbe importante, per un discorso di spettacolarizzazione e appetibilità del tennis, che Novak Djokovic, Roger Federer e Rafael Nadal continuino a giocare il più a lungo possibile.

I numerosi problemi fisici e non che attanagliano i tre colossi, tuttavia, potrebbero impedire loro di presenziare in Australia. Un’assenza, quella di Federer, è già certa; anche il ritorno in campo del maiorchino è in forte dubbio a causa della recente positività al Covid-19; infine la questione più intricata sul vaccino che riguarda il numero 1 del mondo: “Non so quale sia la situazione di Novak in questo momento con tutta la storia del Covid, non so di cosa abbia bisogno per giocare” , ha dichiarato Kyrgios, che esprime tutto il suo rammarico sulla eventualità di non vedere in Australia tutti i Big Three contemporaneamente.

“Spero che abbia avuto un buon Natale e che possa giocare a tennis il più a lungo possibile: ho detto in precedenza che Federer, Nadal e Djokovic dovrebbero continuare a giocare. Se tutti e tre non saranno in Australia, sarà un disastro.

È un disastro assoluto per tutti gli appassionati e coloro che amano guardare il tennis. Sì, chiaramente presenta una buona opportunità per i ragazzi più giovani per lasciare il segno ed esplodere, ma abbiamo bisogno che loro continuino a essere parte del nostro sport, al completo” .

Kyrgios parla del suo rientro

Beneficiando di una wild card, Nick Kyrgios tornerà in campo per l’Atp 250 di Melbourne al via il 4 gennaio 2022. Un rientro che avverrà dopo circa tre mesi, tempo in cui l’australiano si è preso cura del suo fisico e liberando la mente da nocive pressioni: “Il mio ginocchio era qualcosa che ha ostacolato la mia carriera per un bel po', è un'area che sono stato in grado di pulire ed è una grande sensazione.

Mi sono allenato molto duramente, passando molto tempo in campo. Ho anche giocato molto a basket, vivendo la vita e facendo quello che voglio fare. Ho fatto molto lavoro in palestra, anche se penso che ogni persona dovrebbe fare palestra fino a un certo punto per sentirsi bene ed essere in salute.

Ma sì, mi sono goduto il mio tennis. Ho avuto alcuni dei miei amici più cari da Canberra. La verità è che non ho pensato a niente che riguardi il tour australiano. Sto solo prendendo le cose giorno per giorno, nient'altro.

Ci sono un sacco di cose per cui essere ansiosi ogni giorno, quindi vedremo. La gente potrebbe dire che sto solo minimizzando la pressione, ma io non penso più a nessuna pressione, voglio solo divertirmi. Voglio essere felice, nient'altro” .