Corretja: "Ci sarà un vuoto dopo il ritiro di Roger Federer, Nadal e Djokovic"



by   |  LETTURE 2530

Corretja: "Ci sarà un vuoto dopo il ritiro di Roger Federer, Nadal e Djokovic"

Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic sono stati i punti di riferimento del tennis maschile nell’ultimo decennio e mezzo. I Big 3 condividono attualmente il record all-time di Slam, essendosene aggiudicati 20 ciascuno.

Il numero 1 del mondo è reduce da uno strepitoso 2021, che gli ha consentito di azzerare il gap che lo separava dai suoi eterni rivali. Essendo il più giovane dei tre, Nole è colui che ha le maggiori chance di incrementare la propria bacheca.

Basti pensare che il 34enne serbo ha chiuso l’anno in vetta al ranking ATP per la settima volta nella sua carriera. Federer e Nadal hanno dovuto fare i conti con una serie di problemi fisici, che hanno limitato il loro rendimento negli ultimi mesi.

Re Roger non tornerà in campo prima dell’estate 2022, mentre Rafa è risultato positivo al Coronavirus dopo aver disputato l’esibizione di Abu Dhabi. Il 35enne maiorchino ha giocato la miseria di sette tornei ufficiali quest’anno a causa di un infortunio cronico al piede.

In una lunga intervista concessa a ‘MARCA’, Alex Corretja ha analizzato il futuro del tennis maschile dopo il ritiro dei Big 3.

Il punto di vista di Corretja

“Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic hanno alzato l’asticella talmente in alto che non sarà facile per i fan staccarsi da loro.

Ci saranno altre imprese e altre grandi vittorie, ma le loro gesta resteranno scolpite nella memoria della gente” – ha ammesso Corretja. “Il tennis non smetterà di essere seguito dopo il ritiro dei Big 3 o di Serena Williams, ma ci vorrà del tempo per trovare un nuovo assetto.

La cosa più importante sarà non fare paragoni tra i giovani e i Big 3, perché è chiaro che ne uscirebbero con le ossa rotte. Djokovic, Nadal e Federer ci mancheranno perché sono dei miti assoluti, ma arriveranno al vertice nuovi giocatori che ci faranno emozionare” – ha aggiunto lo spagnolo.

Alex si è espresso sulla situazione di Nadal: “Non si può dubitare di una leggenda come lui, anche se è reduce da un infortunio molto serio. Credo che abbia ancora un colpo in canna”.