Becker: "Roger Federer e Rafael Nadal dovrebbero iniziare a pensare al ritiro"



by   |  LETTURE 4051

Becker: "Roger Federer e Rafael Nadal dovrebbero iniziare a pensare al ritiro"

Grazie al suo strepitoso 2021, Novak Djokovic ha azzerato il gap che lo separava da Roger Federer e Rafael Nadal nella classifica all-time degli Slam. Il numero 1 del mondo si è aggiudicato i primi tre Major stagionali, raggiungendo la finale anche agli US Open lo scorso settembre.

La tensione e la stanchezza gli hanno impedito di completare l’opera, attribuendo i giusti meriti ad un Daniil Medvedev in stato di grazia. Se avesse trionfato a New York, il fenomeno serbo sarebbe diventato il secondo uomo nell’Era Open dopo Rod Laver ad aggiudicarsi tutti e quattro gli Slam nello stesso anno.

Il 34enne di Belgrado ha chiuso la stagione in vetta al ranking ATP per la settima volta nella sua carriera, staccando definitivamente il suo idolo Pete Sampras. Federer si è operato al ginocchio per la terza volta negli ultimi 18 mesi, mentre Nadal è stato limitato da un infortunio cronico al piede.

Entrambi sembrano avere poche chance di incrementare le rispettive bacheche. Intervistato da Eurosport nei giorni scorsi, Boris Becker ha passato in rassegna ciascuno dei Big 3.

Boris Becker sui Big 3

“Il fatto che tre giocatori abbiano vinto 20 Slam ciascuno nella medesima epoca è un qualcosa di formidabile, che difficilmente verrà mai eguagliato” – ha esordito Becker.

“I numeri non mentono e bisogna tenerne conto. Novak Djokovic ha lo stesso numero di Major di Roger Federer e Rafael Nadal, ma li ha superati in tutte le altre voci statistiche. Se tutti e tre smettessero di giocare in questo momento, sarebbe Nole il più grande di sempre” – ha aggiunto il tedesco.

Boris si è soffermato su Roger e Rafa: “Credo che entrambi debbano seriamente iniziare a pensare al loro futuro dopo il tennis. Forse Nadal ha qualche chance in più rispetto a Roger. Federer ha già realizzato tante imprese che sembravano impossibili, ma non gli si può chiedere di fare miracoli in eterno.

Nessuno adora Roger quanto me, ma è difficilissimo tornare in auge a quasi 41 anni e dopo l’ennesimo intervento al ginocchio”. L'Australian Open 2022 potrebbe essere il primo Slam dal 1999 senza nessuno dei Big 3.