Bartoli: "Roger Federer e Rafael Nadal non si sono mai snaturati"



by   |  LETTURE 1522

Bartoli: "Roger Federer e Rafael Nadal non si sono mai snaturati"

Il 2021 non è stato un anno semplice per Roger Federer e Rafael Nadal, entrambi alle prese con una serie di guai fisici. Lo svizzero ha disputato la miseria di 13 partite ufficiali quest’anno, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte.

Dopo la netta eliminazione nei quarti a Wimbledon, il 40enne di Basilea ha annunciato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di doversi operare per la terza volta negli ultimi 18 mesi. Il 20 volte campione Slam non tornerà nel circuito prima dell’estate 2022 e la sua presenza ai Championships è in forte dubbio.

Leggermente migliore la situazione di Nadal, limitato da un problema cronico al piede nel 2021. Lo spagnolo ha giocato appena sette tornei ufficiali in questa stagione, mettendo in bacheca un paio di trofei sull’amata terra rossa.

Di ritorno da Abu Dhabi, dove ha preso parte ad un'esibizione, il 35enne di Manacor ha scoperto di aver contratto il Coronavirus. A questo punto, sembra sempre più improbabile la sua partecipazione agli Australian Open.

In una lunga intervista al portale ‘Tennis Majors’, l’ex campionessa di Wimbledon Marion Bartoli ha parlato di Roger e Rafa.

Bartoli su Federer e Nadal

“Siamo stati fortunati a poter ammirare da vicino Roger Federer e Rafael Nadal per circa 20 anni” – ha esordito Bartoli.

“La loro diversità – sia in campo che fuori – ha contribuito a rendere le loro sfide ancora più speciali. Gli appassionati di tennis si sono divisi in due schieramenti: c’è chi ama Roger e chi invece adora Rafa” – ha aggiunto.

Il contrasto di personalità ha fatto in modo che la loro rivalità trascendesse il tennis. “Il carattere di Nadal è molto diverso da quello di Federer. La cosa più importante è che ogni giocatore rimanga se stesso e non si snaturi per imitare qualcun altro.

Rivolgo il mio invito anche a tutti gli esponenti della Next Gen” – ha aggiunto la francese. Con Federer ai box e Nadal e Djokovic in dubbio, gli Australian Open 2022 potrebbero svolgersi senza nessuno dei Big 3. Sarebbe la prima volta dallo US Open 1999.