Grigor Dimitrov su Roger Federer: “Felice che quel soprannome sia scomparso”



by   |  LETTURE 3967

Grigor Dimitrov su Roger Federer: “Felice che quel soprannome sia scomparso”

Sin dai primi passi compiuti in tenera età sulla strada per diventare un tennista professionista la figura di Grigor Dimitrov è stata spesso accostata a quella di un campionissimo qual è Roger Federer.

Il motivo è legato essenzialmente alla similarità tra i due nella tecnica di gioco, nelle movenze, nel modo di stare in campo, cosa che sin da giovane è valsa al bulgaro il soprannome ‘Baby-Fed’ .

Lo stesso Dimitrov, tuttavia, ha ammesso che col passare del tempo questo nomignolo gli è piaciuto sempre meno. Se da ragazzino essere accostato a un fenomeno come il ‘Maestro svizzero’ rappresentava per lui una ragione di vanto, infatti, negli anni il bulgaro ha cominciato a provare reale fastidio per questo soprannome affibbiatogli.

L’otto volte campione Atp lo ha ribadito in una recente intervista con la giocatrice francese Alize Lim per conto di Tennis Majors, dichiarando di essere “felice che quel soprannome sia scomparso” .

Dimitrov: “Ho dimostrato di essere completamente diverso da Roger”

Interrogato per l’ennesima volta sull’accostamento a Roger Federer, Grigor Dimitrov ha confessato di non apprezzare più non solo il soprannome ‘Baby-Fed’ in sé ma anche le persone che solevano usarlo: “Ho dimostrato di essere un giocatore completamente diverso da lui [Federer]” ha precisato il 30enne di Haskovo.

Chiamato dunque a spiegare quelle che sono le differenze tra lui e lo svizzero, Dimitrov ha detto: “Penso, in primo luogo, il processo decisionale. A volte lui è molto più aggressivo di me. Io uso colpi diversi da lui” ha specificato descrivendo il loro stile di gioco.

In più, a detta del bulgaro, c’è una profonda dissonanza anche di natura caratteriale: “Lui era un ribelle da quello che ho sentito, quando era in giovane età. Ma per quanto mi riguarda, penso di aver mantenuto questo aspetto per me [nella mia personalità]”, (ride).

Ad ogni modo, Grigor Dimitrov non ha potuto negare la ‘potenza ispiratrice’ che detiene Roger Federer come giocatore e come persona: “Tutto sommato, penso che sia un grande modello di comportamento”, pur sottolineando però che anche l'individualità è importante per lui in quanto “siamo unici sulla terra” .