Roger Federer: "Ho notato una chiara tendenza nei giovani di oggi"



by   |  LETTURE 12353

Roger Federer: "Ho notato una chiara tendenza nei giovani di oggi"

Roger Federer sperava di ottenere risultati migliori nel 2021. Il fuoriclasse svizzero, al rientro nel circuito dopo oltre un anno, non è riuscito a togliersi grosse soddisfazioni. Basti pensare che il 40enne di Basilea ha giocato la miseria di 13 partite ufficiali quest’anno, con un bilancio non entusiasmante di nove vittorie e quattro sconfitte.

L’ex numero 1 del mondo ha fatto tutto il possibile per arrivare in forma a Wimbledon, dove si è arreso ad uno scatenato Hubert Hurkacz nei quarti. Il 20 volte campione Slam ha dovuto incassare persino un bagel sul Centre Court, un’onta che lo ha indotto ad una serie di riflessioni.

Dopo aver rinunciato alle Olimpiadi di Tokyo, Re Roger ha deciso di operarsi al ginocchio per la terza volta negli ultimi 18 mesi. L’elvetico ha comunicato che riprenderà a correre all’inizio del nuovo anno, mentre per rivederlo nel tour bisognerà aspettare l’estate 2022.

La sua presenza a Wimbledon è dunque a forte rischio, come ammesso dallo stesso Federer qualche settimana fa. Nel corso di una recente intervista a Sky Sport Italia, Roger ha espresso un’opinione interessante riguardo alle giovani promesse del tennis maschile.

L'analisi di Re Roger

“Quasi tutti i Next Gen colpiscono fortissimo sia di dritto che di rovescio. Non era così quando ho mosso i miei primi passi nel tour” – ha raccontato l’otto volte campione di Wimbledon.

“In passato, c’erano giocatori fortissimi da un lato e molto più vulnerabili dall’altro. Ora è quasi impossibile cogliere la differenza tra i due fondamentali. Penso che si debba trovare il giusto equilibrio, ma è ravvisabile una tendenza molto chiara” – ha aggiunto.

Secondo Christopher Clarey, noto corrispondente del New York Times, Federer non tornerà più ai massimi livelli. “Sta facendo tutto il possibile per tornare, ma non credo che otterrà il successo che sta cercando.

Non mi stupirei se decidesse di arrendersi molto presto. La sua ultima partita si è conclusa con un bagel a Wimbledon, non certo il ricordo che Roger vuole lasciare nella mente dei suoi fan. Al tempo stesso, le probabilità di rivederlo al top sono davvero basse”.