Mischa Zverev: "Alexander Zverev deve ispirarsi a Roger Federer"



by   |  LETTURE 1505

Mischa Zverev: "Alexander Zverev deve ispirarsi a Roger Federer"

Il 2021 ha regalato parecchie soddisfazioni a Novak Djokovic, ma anche qualche delusione. Il numero 1 del mondo si è aggiudicato tre Major quest’anno e ha messo nel mirino il leggendario ‘Calendar Grand Slam’.

In caso di trionfo agli US Open, il fenomeno serbo sarebbe diventato il secondo uomo nell’Era Open dopo Rod Laver a conquistare tutti e quattro gli Slam nello stesso anno. Il suo sogno si è infranto contro Daniil Medvedev in finale, complice anche la stanchezza che si è abbattuta sul povero Nole ad un passo dal traguardo.

Oltre ad aver raggiunto Roger Federer e Rafael Nadal a quota 20 Slam, il 34enne di Belgrado ha chiuso la stagione in vetta al ranking ATP per la settima volta nella sua carriera (staccando così il suo idolo Pete Sampras).

Novak non è riuscito a vincere né la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo né le ATP Finals, essendo stato battuto da Alexander Zverev in entrambe le occasioni. Ospite di un podcast in lunga tedesca (tradotto dal giornalista Jannick Schneider), Mischa Zverev ha analizzato i margini di miglioramento di suo fratello Sascha.

L'eccellente 2021 di Sascha Zverev

“Alexander Zverev può ancora crescere molto come giocatore. Novak Djokovic ha 34 anni, è molto esperto, ma non credo che possa migliorare ulteriormente. Daniil Medvedev gioca benissimo a tennis, oltre ad avere un’intelligenza tattica che ha pochi eguali nel circuito.

Anche nel suo caso, non vedo troppi margini di miglioramento. Sascha può perfezionare la tattica, il modo di gestire i punti importanti e l’approccio stesso alle partite. Una cosa a cui dobbiamo stare attenti è la sua posizione in campo.

È necessario che la sua posizione cambi a seconda dell’avversario che ha di fronte. Mentre Daniil Medvedev è abbastanza simile a Novak Djokovic come modo di giocare, Alexander somiglia di più a Roger Federer.

Gli piace essere aggressivo e andarsi a conquistare il punto in progressione. Quest’anno ha battuto Djokovic sia alle Olimpiadi che alle ATP Finals. Qual è la chiave per riuscirci? Devi sempre fare qualcosa che lui non si aspetta” – ha spiegato Mischa.