Soderling: “Roger Federer è il tennista più ‘scomodo’ che ho mai affrontato”



by   |  LETTURE 2284

Soderling: “Roger Federer è il tennista più ‘scomodo’ che ho mai affrontato”

Ha avuto la (s)fortuna di trovarsi nella stessa era di Roger Federer, Rafa Nadal e Novak Djokovic, tre campioni che probabilmente non gli hanno permesso di spingersi oltre gli eccellenti risultati ottenuti nel circuito Atp.

Robin Soderling, impegnato in Coppa Davis con la Svezia che rappresenta come capitano, è tornato a parlare ultimamente dei Big Three, esprimendo alcune considerazioni interessanti. Il nativo di Tibro, che ha annunciato il suo ritiro nel 2015, è riuscito in carriera a ottenere il quarto posto del ranking mondiale e ha raggiunto per ben due volte (fra l’altro consecutive) in finale al Roland Garros, casa del dominante spagnolo di Manacor.

Nel suo palmares 10 titoli e anche una semifinale alle Atp Finals del 2009.

Le sue parole

All’ex giocatore, in un’intervista rilasciata a Marca, gli è stato chiesto di schierarsi sulla questione GOAT fra i tre grandi campioni che al momento sono a quota 20 titoli del Grandi Slam ciascuno.

La sua risposta è stata: “Penso che dipenda da quale tennista ti piace di più. È sicuramente evidente che sono i tre migliori di tutti i tempi e la cosa più impressionante è che sono esistiti praticamente nello stesso tempo.

È stato molto difficile per noi avere spazio. Ricordo quando ero il numero quattro del mondo e dovevo affrontarli. Averli tutti e tre è stato comunque molto utile per promuovere il nostro sport” ha dichiarato.

Lo svedese è riuscito a battere almeno una volta Federer, Djokovic e Nadal: “Non sto dicendo che fosse il migliore, ma il più scomodo per il mio gioco è stato Roger. Il suo stile non si addiceva proprio al tennis che io giocavo”.

E poi il ricordo di quella storica vittoria con Rafa al Roland Garros nel 2009: “È stata una bella partita, ma era solo un match di tennis. Il nome di quel torneo è più legato a Nadal che a me. Ho perso persino il conto di quanti ne abbia vinti. Quello che ha fatto lì è incredibile e non accadrà mai più nella storia” ha concluso.