Stich: "Roger Federer, Nadal e Djokovic dovrebbero essere più spontanei"



by   |  LETTURE 1325

Stich: "Roger Federer, Nadal e Djokovic dovrebbero essere più spontanei"

Il tennis ha subito numerosi cambiamenti durante gli ultimi decenni. Il circuito maschile ha vissuto l’interminabile dominio di Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic, tre autentiche leggende che hanno riscritto il libro dei record.

I Big 3 sono attualmente a pari merito con 20 Slam ciascuno, dopo che il serbo ha azzerato il divario grazie al suo strepitoso 2021. Il numero 1 del mondo si è infatti aggiudicato tre Major in questa stagione, avendo sfiorato addirittura il ‘Calendar Grand Slam’.

In caso di trionfo a New York, il fuoriclasse di Belgrado sarebbe diventato il secondo uomo nell’Era Open dopo Rod Laver ad aggiudicarsi tutti e quattro i Major nello stesso anno. Federer e Nadal stanno vivendo un momento abbastanza complicato.

Lo svizzero è reduce dalla terza operazione al ginocchio negli ultimi 18 mesi, mentre lo spagnolo ha disputato appena sette tornei ufficiali nel 2021. Nel corso di una lunga intervista a ‘Tennis Magazin’, l’ex campione tedesco Michael Stich ha evidenziato quanto sia cambiato il tennis rispetto alla sua epoca.

La nostalgia di Michael Stich

“Quando ero bambino, ricordo che il tennis veniva considerato come uno sport abbastanza d’élite. Noi non avevamo i soldi per acquistare un bel completo da tennis, ma tutti amavamo alla follia la fascetta di John McEnroe o i braccialetti di Bjorn Borg.

Non possedevamo una racchetta tutta nostra, dato che il costo era elevato, quindi ce le scambiavamo” – ha raccontato Stich. “Com’è cambiato il tennis rispetto ai miei tempi? Beh, ritengo che oggi ci sia meno autenticità da parte dei giocatori.

I fan non vogliono conoscere soltanto chi è il numero 1 al mondo, quali record sono stati battuti e chi ha vinto più partite. La gente va a caccia di emozioni. I tennisti odierni sono piuttosto introversi e non fanno emergere il loro carattere.

Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic sono tre straordinari campioni, ma una volta c’era maggiore spontaneità. A tal proposito, Bjorn Borg ha cambiato il nostro sport. Se fossero esistiti i social, avrebbe avuto un seguito incredibile” – ha aggiunto.