Gasquet: "Roger Federer è il Lionel Messi del tennis"



by   |  LETTURE 1045

Gasquet: "Roger Federer è il Lionel Messi del tennis"

Pur avendo faticato parecchio nelle ultime due stagioni, Roger Federer continua ad essere una fonte di ispirazione per gli altri giocatori. L’ex numero 1 del mondo ha giocato appena 13 match ufficiali nel 2021, raccogliendo nove vittorie a fronte di quattro sconfitte.

Lo svizzero aveva puntato tutto su Wimbledon, dove ha raggiunto i quarti di finale beneficiando di un tabellone non impossibile. La resa perentoria contro Hubert Hurkacz sul Centre Court ha lasciato pessime sensazioni nella mente del Re, che è parso lontanissimo da una condizione accettabile.

Qualche settimana più tardi, il 20 volte campione Slam ha annunciato di aver subito una ricaduta al ginocchio e di doversi operare per la terza volta negli ultimi 18 mesi. Il 40enne di Basilea, che è uscito dalla Top 10 per la prima volta dal 2017, dovrebbe tornare in campo nell’estate 2022.

Il Maestro ha confidato che la sua presenza a Wimbledon è abbastanza improbabile, visto che non potrà allenarsi con la racchetta fino a marzo-aprile. I fan sperano che Federer riesca a regalarsi un ultimo giro di giostra prima del ritiro.

Durante le finali di Coppa Davis, Richard Gasquet ha analizzato la straordinaria importanza di Roger per la crescita del tennis in generale.

Gasquet vota per Federer

“Il dibattito relativo al più grande di sempre non avrà mai una risposta definitiva.

Vorrei sottolineare che non si tratta soltanto di quanti Slam abbia conquistato un giocatore. Roger Federer è di gran lunga il migliore di sempre, almeno dal mio punto di vista. Lo svizzero non ha eguali nella storia. Federer è il Lionel Messi del tennis” – ha spiegato Gasquet.

Sull’argomento è intervenuto anche l’ex semifinalista del Roland Garros Fernando Gonzalez: “Novak Djokovic si sta avviando a battere tutti i record del circuito maschile, ma questo non lo rende necessariamente il GOAT.

Io preferisco Roger Federer. Il suo stile classico e la sua eleganza hanno fatto impazzire intere generazioni. Djokovic ti dà la sensazione di non sbagliare mai una palla, mentre Rafael Nadal è un autentico gladiatore in campo”.