P. McEnroe: "Roger Federer, Nadal e Djokovic fanno vendere troppi più biglietti"



by   |  LETTURE 2211

P. McEnroe: "Roger Federer, Nadal e Djokovic fanno vendere troppi più biglietti"

La seconda metà del 2021 è stata ricca di colpi di scena e ha fornito alcuni indizi in ottica futura. Novak Djokovic ha dimostrato di poter giocare ancora ad altissimi livelli, essendosi aggiudicato ben tre Major quest'anno e avendo sfiorato il ‘Calendar Grand Slam’.

Il numero 1 del mondo è arrivato in finale anche agli US Open, ma per sua sfortuna non è riuscito a completare l’opera. Il fuoriclasse serbo ha chiuso la stagione in vetta al ranking ATP per la settima volta nella sua carriera, un record che gli ha permesso di staccare Pete Sampras.

Al tempo stesso, Daniil Medvedev e Alexander Zverev hanno confermato di aver ridotto il gap che li separava dal 20 volte campione Slam, specialmente sul cemento. Il tedesco ha battuto Djokovic sia alle Olimpiadi di Tokyo che alle ATP Finals, mentre il russo ha impedito a Nole di conquistare gli US Open.

La prossima stagione sarà intrisa di significati. I fan si augurano che Roger Federer e Rafael Nadal possano regalarsi un ultimo giro di giostra nel 2022. Nel corso di una recente intervista al New York Times, Patrick McEnroe ha spiegato come i Next Gen siano ancora molto indietro rispetto ai Big 3 in termini di attrattiva.

L'analisi di Patrick McEnroe

“Il problema più grande del tennis odierno non risiede nel livello dei Next Gen. Giocatori come Alexander Zverev, Daniil Medvedev, Stefanos Tsitsipas e Andrey Rublev hanno già dimostrato di poter esprimere un livello altissimo.

Hanno sconfitto i Big 3 in più di un’occasione e il ricambio al vertice è sempre più imminente. Al contempo, bisogna ammettere che i giovani non contribuiscono ad accrescere la popolarità del tennis come i loro predecessori.

Nell’ultimo decennio e mezzo, Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic hanno fatto vendere una quantità di biglietti nella prima settimana degli Slam che i Next Gen si sognano” – ha analizzato Patrick McEnroe.

Nel frattempo, l’ATP avrebbe stilato la prima parte del calendario 2022. Da quanto si apprende, a gennaio si giocherà soltanto in territorio australiano, con la conferma dell’ATP Cup prima degli Australian Open.