Federer su Djokovic: "Insieme abbiamo giocato partite fantastiche"



by   |  LETTURE 2238

Federer su Djokovic: "Insieme abbiamo giocato partite fantastiche"

Novak Djokovic ha disputato sicuramente una delle migliori stagioni della sua carriera. Il campione serbo ha vinto i primi tre Major dell’anno e ha poi sfiorato il Grande Slam agli US Open, dove ha perso solo in finale contro Daniil Medvedev.

Dopo la delusione newyorkese, Djokovic è tornato in campo a Parigi-Bercy e ha conquistato il suo 37esimo Masters 1000 superando in questa speciale classifica Rafael Nadal. A Parigi, Djokovic ha anche siglato l’ennesimo incredibile record e chiuso l’anno alla prima posizione del ranking mondiale per la settima volta.

Il belgradese condivideva il primato con Pete Sampras, che ha riconosciuto la sua grandezza in una recente intervista. “Sono stato il migliore per tanti anni, ma lui ha fatto più di me. È stato più continuo, ha vinto più tornei, più Slam… Non credo che in futuro qualcuno riuscirà a finire per sette stagioni di fila da migliore del mondo.

In più lui lo ha fatto in un momento in cui ha dominato Federer e Nadal e ha contenuto la generazione successiva. Sono rimasto molto colpito dalla sua trasformazione da giovane atleta di talento, mentalmente un po' fragile, a quello che è oggi.

Per me è il migliore di sempre" .

Federer su Djokovic: "Abbiamo giocato partite fantastiche"

Djokovic non è invece riuscito ad agganciare Roger Federer per numero di titoli vinti alle ATP Finals( Federer 6 - Djokovic 5, ndr) .

A fermarlo è stato Alexander Zverev, che ha poi vinto per la seconda volta il Torneo dei Maestri. Proprio lo svizzero ha parlato di Djokovic ai microfoni di Sky Sport Italia. “Novak ha fatto una carriera incredibile, sta facendo benissimo a Torino e insieme abbiamo giocato partite fantastiche.

Da più di dieci anni è sulla cresta dell'onda. Sa cosa vuole e sa come vincere. Il tennis sta cambiando? Penso che tanti ragazzi stiano andando molto forte col dritto e il rovescio. Se in passato si era più deboli su uno dei due colpi, ora si colpisce fortissimo con entrambi.

Penso che serva trovare il giusto equilibrio, ma tanti giocatori hanno trovato un ottimo livello di tennis. E più tennis da fondo campo, penso che sarà questo il futuro del gioco” .