Federer: "Voglio tornare a giocare. É quello che mi dice il cuore"



by   |  LETTURE 1934

Federer: "Voglio tornare a giocare. É quello che mi dice il cuore"

Mentre tutta Torino è in attesa della seconda semifinale delle Atp Finals tra Novak Djokovic e Alexander Zverev, torna a parlare il campione svizzero Roger Federer. Il quarantenne, attualmente fermo per infortunio, ha parlato ai microfoni di Sky Sport Italia rilasciando interessanti dichiarazioni.

L’obiettivo di Federer era quello di competere all’inizio della prossima stagione, ma le cose non andranno purtroppo così. L’elvetico ha infatti specificato che il percorso è ancora lungo e che farà di tutto per giocare sui prati dell’All England Club nel 2022.

Roger Federer: "L'importante è tornare in campo"

“Come sai bene non dovrei dirlo a te( ride, ndr) ” , ha detto Federer al suo allenatore Ivan Ljubicic, opinionista di Sky Sport in occasione delle Finals di Torino.

“Servirà un po’ di tempo. È un po’ triste, frustrante e deludente, ma sapevo che sarebbe servito tanto tempo per recuperare. Sapevo quali sarebbero state le conseguenze dell’operazione. Il mio desiderio è continuare a giocare a tennis ai massimi livelli, ma devo fare un passo alla volta.

Per ora mi concentro solo sulla riabilitazione. Ho imparato molto negli ultimi anni e non voglio affrettare i tempi. L’importante è tornare, non cambia niente un mese in più o in meno. Non voglio avere fretta.

La cosa sicura è che voglio tornare, è quello che mi dice il cuore. Ringrazio tutto il team per il supporto. Sto camminando senza difficoltà e tra poco inizierò a guidare di nuovo. Mi piacerebbe giocare a Torino un giorno.

Sarà difficile disputare le Finals il prossimo anno, perché salterò buona parte della stagione. Le partite sono davvero belle e vedo tante analogie con Londra. Sono sicuro che il DNA italiano stia dando un valore in più a questo torneo" .

Ricordiamo che lo svizzero non gioca dall'ultima edizione di Wimbledon dove fu sconfitto ai quarti di finale dal tennista polacco Hubert Hurkacz, che lo ha battuto nettamente in tre set.