Roger Federer: "Non ho vinto un punto in difesa a Wimbledon 2021"



by   |  LETTURE 2885

Roger Federer: "Non ho vinto un punto in difesa a Wimbledon 2021"

Roger Federer ha sofferto più del previsto nel 2021, non riuscendo quasi mai ad esprimere il suo vero tennis. La sua stagione è terminata dopo Wimbledon, con un bilancio poco esaltante di nove vittorie e quattro sconfitte.

Gli ottavi raggiunti al Roland Garros avevano fatto ben sperare, ma a Wimbledon sono emerse ancora una volta tutte le difficoltà del 20 volte campione Slam. Palesemente menomato, l’ex numero 1 del mondo si è arreso nei quarti a Hubert Hurkacz sul Centre Court.

Dopo aver perso il primo set, il Re si è portato avanti 4-1 nella seconda frazione grazie ad un break chirurgico. Il momento favorevole è durato ben poco, visto che il polacco ha rimontato e si è imposto al tiebreak.

Il terzo parziale è stato un incubo per il fenomeno svizzero, obbligato ad incassare un pesantissimo bagel fra lo sgomento generale. Nel corso di una lunga intervista a ‘Tribune de Geneve’, il 40enne di Basilea ha rivelato le sensazioni che ha provato durante l’edizione 2021 dei Championships.

Federer torna sul match con Hurkacz

“Cosa sarebbe accaduto se avessi vinto il tiebreak del secondo set contro Hurkacz? Quando sei malconcio, cerchi di aggrapparti a qualsiasi cosa. Ho fatto affidamento sulle mie vittorie passate e sulla mia grande esperienza sull’erba, non avevo altre armi in quel momento” – ha confidato il Maestro.

Federer era molto lontano dal 100% a Wimbledon: “Ripensandoci oggi, mi rendo conto di non essere riuscito a vincere quasi nessun punto a Wimbledon 2021 quando ero in situazioni difensive. Quel torneo mi ha dimostrato che – nonostante i miei evidenti limiti – potevo ancora giocare ad alti livelli.

Sono stato capace di arrivare fino ai quarti, non era scontato. Ecco perché voglio riprovarci”. Di recente, Novak Djokovic ha espresso il desiderio di vedere Roger nuovamente in campo. “Federer è un’icona del nostro sport ed è amato in tutto il mondo.

La gente ama guardarlo giocare e non vuole che smetta. Per il bene del tennis, spero vivamente che riesca a tornare. Sono sicuro che non voglia chiudere la sua carriera in questo modo”.