Papà Robert: "Roger Federer sta facendo tutto il possibile per tornare in campo"



by   |  LETTURE 2384

Papà Robert: "Roger Federer sta facendo tutto il possibile per tornare in campo"

Roger Federer non mette piede in campo dallo scorso torneo di Wimbledon, in cui ha raggiunto i quarti di finale prima di cedere nettamente a Hubert Hurkacz. Una ricaduta al ginocchio destro ha obbligato il fenomeno di Basilea a sottoporsi alla terza operazione nell’ultimo anno e mezzo.

Coloro che speravano di rivedere l’ex numero 1 del mondo in campo all’inizio del 2022 ha ricevuto una brutta notizia nelle ultime ore. “Non giocherò gli Australian Open 2022, questa è l’unica cosa certa.

Potrò riprendere a correre normalmente a gennaio e ad allenarmi spingendo e forzando completamente intorno alla primavera. Ad oggi, prevedo il mio ritorno in un match ufficiale nell’estate del 2022. Sarei molto sorpreso se riuscissi ad essere presente a Wimbledon.

Col mio team e i medici, abbiamo deciso di suturare la lesione al menisco e di intervenire anche sulla cartilagine. La combinazione di questi due interventi richiede cautela e pazienza” – ha confidato il Maestro in un’intervista a ‘Lematin.ch’.

Nel frattempo, Robert Federer – il padre di Roger – ha rivelato che suo figlio sta lavorando duramente per concedersi un ultimo giro di giostra.

Federer non giocherà gli Australian Open

“Roger Federer si sente bene, si sta godendo il tempo con i bambini e con la sua famiglia” – ha detto Robert ai microfoni di Sky Italia.

“Sta facendo tutto il possibile per rimettersi in buona forma. Il suo obiettivo è tornare in campo, ve lo posso garantire” – ha continuato. Robert ha ripercorso le varie tappe della carriera del figlio: “Sono veramente tantissimi i momenti salienti della carriera di Roger.

Uno dei miei preferiti è senza dubbio il primo trionfo a Wimbledon, ma anche le successive vittorie contro Andy Roddick. Non dimenticherò mai il successo agli Australian Open 2017 e il sigillo al Roland Garros, oppure la Coppa Davis vinta con la Svizzera.

Aldilà dei successi, mi viene in mente l’atmosfera che c’era durante la tournée di Roger in Sudamerica. Il mio torneo preferito? Federer ha sempre amato l’erba, quindi Wimbledon è diventato un appuntamento fisso per tutta la nostra famiglia”.