Novak Djokovic intravede Roger Federer in uno speciale record Atp



by   |  LETTURE 1511

Novak Djokovic intravede Roger Federer in uno speciale record Atp

La cavalcata di Novak Djokovic nel circuito Atp negli ultimi anni è stata davvero impressionante: la costanza nelle prestazioni e nei risultati è stata decisamente il marchio di fabbrica del serbo, che ha la possibilità fino al termine della propria carriera tennistica di battere tutti i record immaginabili e diventare sempre di più il miglior giocatore della storia.

Il numero uno del ranking mondiale, dopo praticamente ogni torneo, scrive una pagina di storia e raggiunge nuovi traguardi importanti. Il nativo di Belgrado ha sfiorato quest’anno anche la ghiotta chance di realizzare il Grande Slam, conquistando i titoli di tutte e quattro le competizioni Major, fermandosi sul più bello in finale agli Us Open contro il russo Daniil Medvedev.

La continuità in vetta alla graduatoria potrà permettergli di mettere nel mirino uno dei primati ancora detenuti da Roger Federer, il campione svizzero con cui condivide lo stesso numero di trionfi Slam (insieme allo spagnolo Rafa Nadal).

Il giocatore 40enne vivrà l’ultimo periodo di attività prima del ritiro e sta facendo fronte a una condizione fisica quasi mai al top (dovuti a piccoli e grandi infortuni, nonché all’età), che non gli ha dato l’opportunità di essere competitivo nel circuito.

Il record a cui aspira Djokovic

Nole chiuderà a fine 2021 la 14esima annata, nel corso della sua lunga carriera, tra i migliori tre tennisti al mondo. Un grandissimo risultato, ma nella speciale classifica c’è chi ha fatto meglio: sul podio, dietro di lui, è presente il re della terra rossa a quota 13; comanda però, davanti a tutti, Re Roger con 15 stagioni concluse in top 3.

A 34 anni, Novak Djokovic può tentare di affiancare e provare anche a scavalcare il giocatore nato a Basilea per toglierli un altro primato. Dovrebbe dunque disputare altri due anni al top. Un compito, sulla carta, alla portata per il serbo, visto il suo grande talento e il momento, che lo rileva ancora tra i più forti della categoria.

Gli avversari più pericolosi, da tenere con particolare attenzione per resistere nelle primissime posizioni, sono sicuramente Medvedev, Zverev (entrambi attualmente sul podio) e Tsitsipas.