Cahill: "Sono abbastanza sicuro che Roger Federer sarà agli Australian Open 2022"



by   |  LETTURE 5257

Cahill: "Sono abbastanza sicuro che Roger Federer sarà agli Australian Open 2022"

Il suo ritorno ufficiale in un torneo agonistico di tennis è ancora incerto, ma le prime indiscrezioni cominciano a prendersi il centro dell’attenzione. Roger Federer sarà uno dei grandi attesi per la stagione 2022, non tanto per l’alta aspettativa di risultati importanti riposta in lui, quanto più per analizzare come ha reagito a un’altra operazione al ginocchio, dopo l’infortunio.

Sarà sicuramente tanta la curiosità di appassionati e addetti ai lavori di rivedere in campo il campione svizzero a 40 anni, oltre a scoprire se riuscirà a essere super competitivo nel circuito Atp (come vuole la sua voglia e determinazione).

Il nativo di Basilea, nelle ultime ‘uscite’ stagionali, ha presenziato specialmente nella sua città d’origine, prendendo parte all’inaugurazione del “Fedexpress”, tram interamente a lui dedicato, oltre ad aver pubblicato una bellissima foto del panorama in Svizzera sui propri canali social.

Sembrano gli ultimi attimi di ‘riposo’ prima del ritorno completo nel mondo del tennis.

La rivelazione di Cahill

Il primo torneo della nuova annata sarà gli Australian Open 2022, primo Grande Slam che si preannuncia molto interessante.

L’ex giocatore australiano Darren Cahill, nonché attualmente allenatore, ha sottolineato alcuni particolari importanti su Roger: “Ci sono così tante storie in arrivo agli AO. A quanto pare Federer sta giocando, so che sta facendo molto lavoro in campo in questo periodo e sono abbastanza sicuro che giocherà a Melbourne nel mese di gennaio” ha rivelato.

Dichiarazioni per niente banali quelle fornite dall’ex coach di Simona Halep, che ha anche aggiunto: “Alla sua età il fatto che stia facendo tutto questo è davvero notevole. Sta cercando di ottenere il 21esimo titolo Major”.

Parole pure per lo spagnolo Rafa Nadal nell’intervista rilasciata a Sportsday: “Si sta allenando bene e anche molto duramente”. Su Djokovic: “Novak è quello che ha cercato di vincere tutto nel 2021.

Il tennis è molto più grande di un individuo, penso che Novak sarà qui. Senza di lui, l’evento sarebbe comunque un grande successo” ha concluso.