Mayer: "Anche Federer, Djokovic e Nadal hanno avuto dei momenti complicati"



by   |  LETTURE 1629

Mayer: "Anche Federer, Djokovic e Nadal hanno avuto dei momenti complicati"

Roger Federer ha chiuso in anticipo il suo 2021 tennistico a causa del solito problema fisico. Il 20 volte campione Slam, dopo aver perso in tre set contro Hubert Hurkacz a Wimbledon, ha dovuto fare i conti con un nuovo fastidio al ginocchio e ha deciso di saltare l’ultima parte dell’anno, in particolare le Olimpiadi di Tokyo e gli US Open, per sottoporsi a un’altra operazione.

Federer non è l’unico Big che è stato costretto a fermarsi anzitempo . Anche Rafael Nadal, reduce da un infortunio al piede, ha infatti rinunciato agli ultimi due Slam dell’anno e dato appuntamento al 2022.

Erano molti i dubbi legati anche ai prossimi impegni di Novak Djokovic, che ha però sciolto le riserve in una recente intervista. Il campione belgradese disputerà il Masters 1000 di Parigi-Bercy, le ATP Finals di Torino e la Coppa Davis con la sua Serbia.

Le parole di Mayer su Federer, Djokovic e Nadal

Leonardo Mayer ha parlato proprio dei Big Three a “La Nacion” . "Dal mio punto di vista, Roger Federer è il miglior giocatore di tutti i tempi. Sa far tutto incredibilmente bene” , ha spiegato Mayer.

"L’ambiente del tennis è molto diverso rispetto a quello degli altri sport. Noi veniamo spesso equiparati a delle macchine o a dei robot, mentre invece siamo esseri umani. Nel tennis si entra in una bolla che non tutti riescono a tollerare, basti pensare a ciò che è successo negli ultimi mesi.

Alcuni la sopportano per un lasso di tempo maggiore, altri si stufano abbastanza presto. Dipende tantissimo dal carattere di ognuno. Roger Federer, che adesso ha 40 anni, non è straordinario solo per come gioca, ma anche per il modo in cui ha gestito la sua carriera nell’arco di due decenni.

Persino Federer, Nadal e Djokovic hanno avuto dei momenti complicati, ma sono stati in grado di uscirne" . Mayer si è infine soffermato sulla pressione che un giocatore prova quando si confronta con le tre leggende del tennis.

"È un qualcosa di straordinario potersi allenare con Roger, Novak e Rafa, ma allo stesso tempo hai una pressione mai provata prima. Loro non sbagliano mai un colpo e tu devi essere pronto e preparato al 100% durante tutto l’allenamento” .