Federer: "Ho viaggiato in tutto il mondo, ma il mio posto preferito... "



by   |  LETTURE 48109

Federer: "Ho viaggiato in tutto il mondo, ma il mio posto preferito... "

“Sto molto bene, la riabilitazione sta procedendo passo dopo passo e il peggio è ormai alle spalle. Quando torni da un infortunio, ogni giorno è un giorno migliore. Ci sono già passato lo scorso anno, quindi non è per niente un problema a livello mentale.

Vorrei giocare la Laver Cup 2022 a Londra, spero di poter tornare ed essere in campo lì” . Con queste parole, pronunciate alla radio svizzera Srfsport, Roger Federer ha aggiornato i fan circa le sue attuale condizioni fisiche e lanciato un chiaro messaggio all’evento da lui creato per omaggiare la leggenda australiana.

A causa dei continui problemi al ginocchio, il campione svizzero, per la prima volta, non ha poturo lotteare con i tennisti del Team Europe per conquistare la vittoria alla Laver Cup. Federer tornerà infatti in campo il prossimo anno, anche se la data del rientro ufficiale non è ancora chiara.

Oltre allo svizzero, la questa edizione del torneo a squadre ha fatto a meno anche di Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Roger Federer: "Ho visitato tanti posti, ma il mio preferito... "

Lo scorso marzo, Federer è stato nominato ambasciatore del turismo svizzero, Paese che lo ha visto nascere e crescere e che ha sempre dichiarato di amare.

"Sono stato in tutto il mondo e ho visitato tanti posti, ma il mio.preferito è sempre rimasto la Svizzera" , ha spiegato Roger Federer subito dopo aver accettato il nuovo incarico. "È il Paese che mi manca di più quando viaggio in giro per il Tour" .

Proprio nel corso delle ultime settimane, Switzerland Tourism ha pubblicato un divertente video con protagonista Federer. Il 20 volte campione Slam ha dichiarato: "Sai perché gioco a tennis? Perché spesso puoi sederti sulle panchine.

No, sto solo scherzando, ma noi svizzeri amiamo semplicemente sederci sulla nostra panchina. La nostra 'pausa perfetta' . Quando sono seduto su una panchina durante la partita, penso sempre alla Svizzera" .