Haas: "Nella primavera 2022 avremo le prime risposte su Roger Federer"



by   |  LETTURE 2023

Haas: "Nella primavera 2022 avremo le prime risposte su Roger Federer"

Le ultime due stagioni sono state ricche di battute d’arresto per Roger Federer. Dopo la semifinale raggiunta agli Australian Open 2020, il fenomeno svizzero non è più riuscito a giocare con continuità.

I due interventi chirurgici a cui si è sottoposto lo scorso anno non hanno risolto il problema al ginocchio, una sensazione acuita dalle prestazioni del Re nel 2021. L’ex numero 1 del mondo ha giocato la miseria di 13 match ufficiali da marzo fino ad oggi, con un bilancio modesto di nove vittorie e quattro sconfitte.

La sua ultima apparizione risale al torneo di Wimbledon, dove è stato eliminato nei quarti da uno scatenato Hubert Hurkacz. Il 20 volte campione Slam ha accusato una ricaduta al ginocchio durante i Championships ed è finito nuovamente sotto i ferri qualche settimana fa.

Il 40enne di Basilea è stato visto camminare con le stampelle alla Laver Cup e non esiste un piano preciso per il suo rientro nel tour. Nel corso di un’intervista a L’Equipe, Tommy Haas – attuale direttore del Masters 1000 di Indian Wells – ha analizzato il momento che sta vivendo Federer.

Tommy Haas sulle condizioni di Re Roger

“Non è un mistero che Roger Federer non fosse al top della condizione a Wimbledon, non si muoveva con la fluidità e rapidità a cui siamo abituati” – ha esordito Haas.

“Sono sicuro che farà tutto il possibile per tornare in buona forma. Ritengo che il suo obiettivo sia presentarsi competitivo al prossimo Wimbledon. L’erba è la superficie su cui ha le maggiori chance di arrivare in fondo, nonostante l’età” – ha aggiunto.

Il tedesco ha ribadito come la fame di Roger sia ancora intatta: “Lui è felice, non avrebbe motivo per non esserlo. Ama la vita e adora la sua famiglia, ma ha ancora fame di vittorie. Spera di poter tornare alle sue condizioni.

Vuole chiudere la sua carriera nel modo in cui desidera. Tanto dipenderà da come Roger sarà in grado di riprendersi da questo ennesimo intervento al ginocchio. Credo che inizieremo ad avere le prime risposte al riguardo intorno alla primavera del 2022”.