Woodbridge: "È quasi certo il forfait di Roger Federer agli Australian Open"



by   |  LETTURE 4277

Woodbridge: "È quasi certo il forfait di Roger Federer agli Australian Open"

Roger Federer ha effettuato il suo attesissimo rientro nel circuito nella primavera di quest’anno, dopo essersi ripreso dai due interventi chirurgici al ginocchio a cui si era sottoposto nel 2020. Il fenomeno svizzero ha preso parte al Roland Garros (dove si è fermato agli ottavi) e a Wimbledon, che era il suo grande obiettivo stagionale insieme alle Olimpiadi di Tokyo.

Durante la sua cavalcata all’All England Club, il 20 volte campione Slam ha accusato una ricaduta al ginocchio operato e ha dovuto chiudere anzitempo la sua annata. Nove vittorie a fronte di quattro sconfitte, questo è il modesto bilancio di Re Roger nel 2021.

Il 40enne di Basilea è finito nuovamente sotto i ferri nelle scorse settimane ed è stato visto camminare con le stampelle alla Laver Cup. Pur avendo espresso il desiderio di tornare in campo nel 2022, regna un grande scetticismo sulle effettive possibilità del Maestro di ripresentarsi competitivo.

L’elvetico dovrebbe chiudere la stagione intorno alla 18ma piazza del ranking ATP. In una recente intervista al portale ‘Wide World of Sports’, la leggenda australiana Todd Woodbridge ha ammesso che è improbabile rivedere Federer con un trofeo dello Slam nelle mani.

Woodbridge su Federer e Serena Williams

“Se dovessi scegliere in quale torneo ha le maggiori chance di arrivare in fondo, opterei sicuramente per Wimbledon” – ha confidato Woodbridge. “Si tratta però di un’eventualità altamente improbabile.

Ha subito l’ennesimo intervento al ginocchio e non credo che lo vedremo in campo all’inizio del 2022. Probabilmente salterà gli Australian Open, mentre al Roland Garros non ha alcuna chance a 40 anni. Gli restano soltanto i prati di Londra” – ha aggiunto.

Il discorso si è spostato poi su Serena Williams, ancora a caccia del record di Slam di Margaret Court. “La situazione di Serena è abbastanza simile a quella di Roger. Gli ultimi dodici mesi sono stati complicati per lei e abbiamo assistito ad un ricambio notevole nel circuito femminile.

Tuttavia, ritengo che sia più probabile uno Slam della Williams piuttosto che un altro successo di Federer” – ha chiosato l’australiano.