McEnroe: "È come se Roger Federer fosse un lavoratore di 65 anni"



by   |  LETTURE 2655

McEnroe: "È come se Roger Federer fosse un lavoratore di 65 anni"

A causa della vittoria ottenuta da Hubert Hurkacz a Indian Wells, che gli è valsa l’accesso agli ottavi di finale, Roger Federer è uscito dalla Top 10 per la prima volta dal 2017. L’ex numero 1 del mondo ha giocato la miseria di 13 partite ufficiali nel 2021, con un bilancio troppo magro per una leggenda del suo calibro.

La sua ultima apparizione ufficiale risale al torneo di Wimbledon, dove ha raggiunto i quarti grazie anche ad un tabellone non impossibile. Il fenomeno svizzero è stato battuto nettamente proprio da Hurkacz sul Centre Court, confermando di essere lontanissimo da una condizione accettabile.

Qualche settimana più tardi, il 20 volte campione Slam ha annunciato di doversi operare al ginocchio destro per la terza volta nell’ultimo anno e mezzo. Il 40enne di Basilea dovrebbe chiudere la stagione intorno alla 18ma posizione del ranking ATP, in attesa di capire se e quando tornerà in azione.

Interrogato di recente sul momento che sta vivendo Re Roger, John McEnroe – capitano del Team World in Laver Cup – ha affrontato la questione con grande chiarezza.

McEnroe onesto su Roger Federer

“Roger Federer è un’icona assoluta del tennis e dello sport in generale, ma adesso ha 40 anni” – ha esordito l’americano.

“Per intenderci, avere 40 anni nel tennis è come averne 65 in qualsiasi altro lavoro. Mi auguro che Roger sappia bene cosa fare e riesca a concludere la sua carriera in maniera ideale” – ha aggiunto McEnroe.

In una recente intervista a ‘GQ Magazine’, lo stesso Federer era parso consapevole di non avere più molte chance negli Slam. “La mia prospettiva è cambiata rispetto a qualche anno fa, non sono un illuso.

Tutto ciò che riuscirò a fare d’ora in avanti sarà soltanto un bonus e un extra. Non esiste un piano preciso per il mio rientro nel circuito. Prima dovrò tornare a camminare correttamente, poi inizierò a correre e solo a quel punto l’attenzione si sposterà sul tennis. L’idea è quella di tornare in campo l’anno prossimo, anche se non so esattamente quando”.