Toni Nadal: "Il rientro di Federer sarà più complicato rispetto a quello di Rafa"



by   |  LETTURE 3382

Toni Nadal: "Il rientro di Federer sarà più complicato rispetto a quello di Rafa"

Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic sono ormai nella parte finale della loro carriera. Se il campione serbo è ancora numero e continua a macinare record su record situazione diversa per Roger e Rafa che negli ultimi tempi sono alle prese con costanti problemi fisici e lo svizzero è ormai alle prese con il fatidico 'canto del cigno'

Nel corso di un'intervista ai microfoni di Tennis Majors Toni Nadal, ex coach e zio del campione spagnolo, ha parlato delle condizioni del nipote e del campione svizzero, affermando che il rientro dello svizzero è molto più complicato rispetto a quello del nipote.

Roger Federer ha compiuto qualche mese fa 40 anni ed ha subito nel mese di Agosto il suo terzo intervento chirurgico al ginocchio in un anno, per Rafa invece la stagione è terminata in anticipo a causa di un problema al piede.

"Zio Toni" è apparso molto più ottimista riguardo Rafa affermando che crede almeno in altri due o tre anni dello spagnolo ad alti livelli.

Le parole di Toni Nadal su Rafa e su Roger Federer

Ecco le parole di Toni Nadal: "Penso che per Roger Federer sia molto più complicato perché lui ha 40 anni.

È tornato da diverse operazioni e non so se va tutto bene. Nel caso di Rafael invece sono sicuro che gli restano ancora altri due o tre anni di buon livello e sono convinto che sarà ancora in grado di vincere un titolo del Grande Slam.

La realtà è che ogni anno diventa più difficile per loro ed ogni anno i giovani sembrano più vicini" L'ultimo match disputato da Roger Federer quest'anno è stato ai Quarti di finale di Wimbledon dove il campione elvetico si è arreso davanti ai colpi del tennista polacco Hubert Hurkacz, vincitore nettamente in tre set.

A fine gara Roger commento': "Ero davvero scontento di come erano andate le cose a Wimbledon, non ero dove volevo e di certo non ero al mio massimo livello. Ho fatto del mio meglio alla fine e ahimè avevo raggiunto il mio limite. Bisogna procedere passo dopo passo"